BEHEXEN – The Poisonous Path

Pubblicato il 12/07/2016 da
voto
8.0
  • Band: BEHEXEN
  • Durata: 00:55:59
  • Disponibile dal: 05/27/2016
  • Etichetta: Debemur Morti
  • Distributore: Audioglobe

Signore e signori, date il benvenuto all’album black metal del 2016. A consegnarcelo direttamente dalle tenebre dell’Inferno – guarda caso – sono loro, i Behexen, tra gli ultimi veri esponenti del culto della nera fiamma, giunti con “The Poisonous Path” alla quinta prova sulla lunga distanza in oltre vent’anni di carriera. Un’opera sinistra a squisitamente avvolgente, in cui attenzione per i dettagli, songwriting ispiratissimo e cieco fanatismo (ovviamente di natura satanica) confluiscono in una tracklist di rara intensità e malvagità, da considerarsi come uno dei punti più alti mai raggiunti dalla formazione finlandese. Stilisticamente, poco o nulla è cambiato rispetto al passato: il quartetto prosegue nel solco tracciato dalle vecchie release, con un occhio di riguardo per la ferocia e l’atmosfera ritualistica del precedente “Nightside Emanations”, ma riesce addirittura a superarsi in termini di espressività e dinamismo, lambendo una gamma pressoché infinita di sfumature apocalittiche e diaboliche. La coppia di chitarristi formata da Shatraug e Wraath è ormai diventata un’attenta protettrice del suono dei Behexen, e il suo tocco inconfondibile viene subito svelato dalla traccia apripista, in cui un riffing brutale e terremotante, non privo di reminiscenze death metal, si amalgama in scioltezza con crescendo melodici di accecante intensità, perfetti contraltari alle ritmiche severissime di Horns e allo screaming invasato di Hoath Torog. Un discorso allargabile all’intero lotto di brani, declinato a seconda delle esigenze in una veste ora più spoglia e viscerale (l’uptempo di “Tyrant of Luminous Darkness”, i cori di “Pentagram of the Black Earth”, ecc.), ora più epica e trascinante, con episodi come “Cave of the Dark Dreams”, “Chalice of the Abyssal Water” e soprattutto “Umbra Luciferi” a svettare per il loro alone magico e la ricchezza delle loro strutture, vivida testimonianza di una band all’apice della forma e dell’ispirazione. “The Poisonous Path” è il Male che si agita nelle profondità insondabili dell’Abisso, la manifestazione di un suono agghiacciante e incompromissorio, la riprova di come, attingendo semplicemente dal fondo della propria anima dannata, sia ancora possibile confezionare piccoli capolavori. Un’opera inattaccabile e, per certi versi, necessaria.

TRACKLIST

  1. The Poisonous Path
  2. The Wand of Shadows
  3. Cave of the Dark Dreams
  4. A Sword of Promethean Fire
  5. Umbra Luciferi
  6. Tyrant of Luminous Darkness
  7. Chalice of the Abyssal Water
  8. Pentagram of the Black Earth
  9. Gallows of Inversion
  10. Rakkaudesta Saatanaan
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.