BEHOLDER – Wish For Destruction

Pubblicato il 27/10/2002 da
voto
6.5
  • Band: BEHOLDER
  • Durata:
  • Disponibile dal: //2002
Streaming non ancora disponibile

Ecco di ritorno i nostrani power metaller Beholder, dopo il grande successo che ha riscosso, soltanto un anno fa, il debut “The Legend Begins” – successo ottenuto soprattutto grazie all’ottima promozione della Dragonheart (che evidentemente deve puntare davvero tanto su di loro) anche se, a livello musicale, l’album offriva più che altro un canonico e stereotipatissimo power metal melodico, condito da testi fantasy, ben prodotto ma composto da canzoni scialbe e prive di qualsiasi cosa che potesse renderle un minimo più appetibili. Dopo questa premessa, che sinceramente non lasciava sperare il meglio, la band milanese ritorna con questo nuovo “Wish For Destruction”, presentando come biglietto da visita l’ottima registrazione effettuata negli ormai collaudatissimi New Sin Studios (che hanno prodotto Domine e Labyrinth tra gli altri), e un parziale rinnovamento stilistico che mi ha lasciato abbastanza sorpreso; infatti, nonostante il prodotto resti con le radici ben salde nel power metal di matrice tipicamente italiana, prende interessanti spunti dall’elettronica, dal crossover (“Failure 617”) e dal thrash (si veda l’attacco di “Beyond Science”, dove su un riff thrash al 100% si adagiano linee vocali davvero estreme, anche se ‘sporcate’ da un eccessivo uso del filtrato), risultando in definitiva più vario e sicuramente più interessante rispetto al suo predecessore. Oltre a queste caratteristiche, però, il disco presenta delle canzoni di livello qualitativamente superiore: la title-track, “7even” e “Bleeding Town” sono tra gli apici del disco, ci mostrano la maturazione che ha visto protagonisti i Beholder nel lasso di tempo intercorso dalla release del loro debut fino ad oggi e, anche se c’è ancora da lavorare un bel po’ per realizzare al meglio le idee offerte in questo disco, resta di fatto che “Wish For Destruction” è un ottimo passo in avanti per la band milanese, che ora aspira a creare un proprio trademark per rendersi riconoscibile nella marea di produzioni power odierne, senza limitarsi a riprendere i classici stilemi del genere, come nel debut. Buon disco, consigliato soprattutto agli amanti del genere e, tuttavia, anche chi non si nutre di queste sonorità farebbe bene a prestar loro almeno un ascolto…

TRACKLIST

  1. Creation
  2. Wish For Destruction
  3. 7even
  4. World Leaders
  5. Beyond Science
  6. Bleeding Town
  7. Here Comes The Fire
  8. Deadlock
  9. Failure 617
  10. Ultimate Elimination
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.