BETWEEN THE BURIED AND ME – Coma Ecliptic

Pubblicato il 14/07/2015 da
voto
8.0
  • Band: BETWEEN THE BURIED AND ME
  • Durata: 01:08:31
  • Disponibile dal: 07/07/2015
  • Etichetta: Metal Blade Records
  • Distributore: Audioglobe

Andando a ricercare pareri sui Between The Buried And Me si può leggere e sentire veramente ogni genere di cosa: si passa da paragoni esagerati con i nomi più importanti e fondamentali della musica in generale e del progressive nello specifico, all’esaltazione totale circa il loro operato ponendoli come nuovo punto di riferimento della musica moderna. Poi si arriva fino all’estremo opposto. C’è infatti anche chi li ritiene degli inutili smanettoni, dei masturbatori di strumenti, semplici fenomeni da baraccone nonché moda passeggera che prima o poi porterà questi ragazzi a tornare alle loro modeste esistenze una volta che sarà passato il loro momento di gloria – non tenendo però presente che questi ragazzi sono sulla cresta dell’onda ormai da una decade. Onestamente nulla di tutto ciò ci sorprende, anzi, ci verrebbe quasi da dire che era ora che arrivassero anche i detrattori dei Between The Buried And Me, perché questo significa che il gruppo ha finalmente acquisito visibilità e importanza: sempre più persone parlano dei loro lavori ed ovviamente coloro che non gradiscono l’operato del combo del North Carolina si sentono quasi in dovere di dover sbandierare il proprio dissenso, specialmente ora che i Nostri sono diventati più popolari. Ma lasciamo da parte tutto ciò che è contorno e passiamo alle cose interessanti: parliamo di “Coma Ecliptic”. Settima fatica in studio per i cinque musicisti di Raleight, che in fase di composizione, con l’hastag ‘#rockopera’, hanno inteso spiegare che quello che stavano per dare alla luce era davvero un disco importante. Innanzi tutto ci pare doveroso specificare che questo concept album ha una tematica molto ambiziosa e affascinante dove un uomo, in coma, rivive dal suo letto di ospedale le sue vite passate attraverso le undici canzoni che compongono l’album. Ovviamente in una vita, come tutti sappiamo, si attraversano stati d’animo e si provano sensazioni ed emozioni di ogni sorta: momenti caotici, frenetici, grandiosi, intimi, malinconici, arrabbiati, desolati, delusi, esaltanti, assurdi, emblematici, incomprensibili, momenti in cui tutto sembra perduto e, davvero, chi più ne ha più ne metta. E chiaramente, i Between The Buried And Me, sono fenomenali nel farci ripercorrere gli stati d’animo più disparati. È come se i Nostri sentissero la necessità di muoversi in continuazione, spaziando e sfondando ogni barriera, sempre donando a tutti gli innumerevoli cambi di tempo e scenari una logica inattaccabile. E’ come se si volesse spiegare all’ascoltatore che dopo un frangente di blast beat death metal la cosa più naturale è farlo seguire da un bel chorus con voce pulita, o da un arpeggio sognante e che la musica è bella tutta se la si riesce a spiegare e raccontare in un certo modo. Se il precedente lavoro “The Parallax II: Future Sequence”, era stato un lavoro abbastanza ostico all’ascolto e non propriamente di facile assimilazione, “Coma Ecliptic” è forse il capitolo più accessibile di tutta la loro discografia, il più melodico, quello dove le voci pulite hanno una netta prevalenza sulle urla e sul growl che ormai è divenuto giusto un modo per appesantire ulteriormente le parti più aggressive. Numerosi sono anche i richiami a sonorità progressive più teatrali e classicheggianti, e l’ispirazione a band quali Dream Theater o Queen, oggi sono abbastanza evidenti e rendono effettivamente sensato l’hastag di si parlava in precedenza. Un’opera brillante e consapevolmente ambiziosa, questo “Coma Ecliptic”, che ci consegna un gruppo maturo e ancora una volta in stato di grazia.

TRACKLIST

  1. Node
  2. The Coma Machine
  3. Dim Ignition
  4. Famine Wolf
  5. King Redeem/Queen Serene
  6. Turn on the Darkness
  7. The Ectopic Stroll
  8. Rapid Calm
  9. Memory Palace
  10. Option Oblivion
  11. Life in Velvet
8 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.