BEYOND TWILIGHT – Section X

Pubblicato il 20/07/2005 da
voto
7.5
  • Band: BEYOND TWILIGHT
  • Durata: 00:44:50
  • Disponibile dal: //2005
  • Etichetta: Massacre Records
  • Distributore: Self

Secondo disco in studio per i danesi Beyond Twilight, che in questo nuovo “Section X” decidono di riproporci quel metal che si trova a metà tra sperimentazioni progressive, classico riffing heavy made in ’80s e power metal di stampo più recente che caratterizzava già il precedente debut, risalente al 2001. L’importante differenza che si fa notare rispetto a “The Devil’s Hall Of Fame” è la mancata presenta dell’ormai rodato Jorn Lande dietro al microfono, che viene però rimpiazzato in maniera più che sufficiente da Kelly Carpenter, un ipotetico ibrido tra Geoff Tate e Zachary Stevens, in grado tanto di destreggiarsi su parti pulite e più aggressive, grazie alla sua versatilissima timbrica che gli vale il titolo di ottimo singer e degno sostituto del dimissionario Lande. Passiamo ora a descrivere la musica del combo, cosa non facile, dato che i Beyond Twilight presentano sicuramente un sound allo stesso tempo personale e ricco di influenze; partiamo allora proprio da quest’ultime, nominando band da cui sicuramente questi ragazzi non prescindono, ovvero Queensryche, Dream Theater, Symphony X, Nightwish, Heir Apparent e Rhapsody: una folta lista da cui questi ragazzi attingono conoscenza rielaborando il tutto in un sound fresco ed attuale, che viene filtrato anche da una certa consapevolezza classica (l’ottima strumentale “Portrait F In Dark Waters”) e dalle oscure sonorità di song come “The Dark Side”. Sarebbe persin troppo facile etichettare “Section X” come il ‘solito’ disco prog/power ed appiccicargli un bollino con scritto a caratteri cubitali ‘Dream Theater and Queensryche clones’, nonché oltremodo sbagliato: i Beyond Twilight sono infatti molto di più, ed il prog ed il power dei gruppi sopra citati sono solo la punta dell’iceberg di un gruppo che ha molto di più da far vedere e che, ne siamo sicuri, in futuro farà grandissime cose, se solo riuscirà a smussare un pochino l’eccessiva prolissità che a volte impedisce ad alcune song di decollare completamente. Ad ogni modo, ci pare che al secondo disco non si possa pretendere di più, quindi non ci asteniamo assolutamente dal consigliare “Section X” ad ogni metal fan che si rispetti… ne risentiremo parlare!

TRACKLIST

  1. Be Careful It's My Head Too
  2. The Path Of Darkness
  3. Shadow Self
  4. Sleeping Beauty
  5. The Dark Side
  6. Portrait F In Dark Waters
  7. Ecstasy Arise
  8. Section X
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.