BLACK STAR RIDERS – The Killer Instinct

Pubblicato il 10/02/2015 da
voto
8.0
  • Band: BLACK STAR RIDERS
  • Durata: 00:46:11
  • Disponibile dal: 23/02/2015
  • Etichetta: Nuclear Blast
  • Distributore: Warner Bros

A due anni di distanza dalla pubblicazione dell’ottimo “All Hell Breaks Loose”, i Black Star Riders colpiscono senza apparente difficoltà il secondo centro consecutivo con il qui presente “The Killer Instinct”, un lavoro fresco ed avvincente, meritevole di catturare l’attenzione dal primo all’ultimo secondo. Al suo interno troviamo dieci episodi che, se da un lato rievocano con straordinaria efficacia la magia dei Thin Lizzy più ispirati, dall’altro offrono una serie di numerosi spunti che ci mostrano un collettivo volenteroso di osare nuove soluzioni pur mantenendo la necessaria coerenza, ingrediente fondamentale in una corrente conservatrice come il classic rock. Orfani dell’eclettico bassista Marco Mendoza, i Nostri reclutano Robbie Crane, indomito veterano delle quattro corde che vanta una serie di prestigiose collaborazioni in ambito hard’n’heavy a stelle e strisce, tra cui spiccano Ratt, Vince Neil e Saints Of The Underground. Come il suo predecessore, “The Killer Instinct” viene confezionato da una copertina retrò dove spicca una sorridente pin-up ritratta all’interno di un nefasto contesto bellico. Il sound potente e moderno coniato da Nick Raskulinecz (Deftones, Alice In Chains, Ghost, Rush e mille altri) si pone curiosamente in netto contrasto con quanto offertoci dai Nostri a livello di immagine. La leadership nel gruppo viene equamente suddivisa tra l’eleganza chitarristica di Scott Gorham e lo strabordante carisma profuso da Ricky Warwick. Quest’ultimo dimostra ancora una volta di non essere un vacuo ed irritante emulo del compianto Phil Lynott, ma un assoluto fuoriclasse, capace di tatuare una straordinaria personalità nella sua performance canora. Da non sottovalutare inoltre il notevole supporto fornito da Damon Johnson, eccelso chitarrista sino ad oggi fin troppo ignorato dal grande pubblico, nonostante abbia dimostrato sin dall’esordio con i Witness di possedere uno straordinario gusto esecutivo. Tutti questi ingredienti di alta qualità si fondono in un vulcanico ed impetuoso maelstrom, capace di forgiare un immaginifico e colorato ponte sonoro tra il passato ed il presente. La scintillante irruenza della title track, il battagliero ‘combat rock’ di “Soldierstown” ed il bollente groove di “Sex, Guns & Gasoline” vengono mitigate dallo spiccato afflato melodico che emerge in tutto il suo splendore nel divino chorus di “Finest Hour”. L’andamento amabile e rilassato di “Charlie I Gotta Go” appare perfetto nello smorzare la tensione sino ad ora accumulata, mentre la crepuscolare intensità che caratterizza la ballata “Blindsided” ci trascina in un sublime vortice di emozioni. Standing ovation.

TRACKLIST

  1. The Killer Instinct
  2. Bullet Blues
  3. Finest Hour
  4. Soldierstown
  5. Charlie I Gotta Go
  6. Blindsided
  7. Through the Motions
  8. Sex, Guns & Gasoline
  9. Turn In Your Arms
  10. You Little Liar
2 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.