BLANC FACES – Blanc Faces

Pubblicato il 09/08/2005 da
voto
8.5
  • Band: BLANC FACES
  • Durata: 00:52:35
  • Disponibile dal: 04/07/2005
  • Etichetta: Frontiers
  • Distributore: Frontiers

Davvero buono questo lavoro dei Blanc Faces, progetto istituito dai fratelli La Blanc Robbie e Brian, il primo alla voce e alla chitarra, il secondo ai cori e al basso. I due sono aiutati in questo frangente dal valente Kyle Woodring alla batteria (Styx, Survivor, John Mellencamp), da Jeff Batter alle tastiere e Butch Taylor alla chitarra solista. Nonostante il duo possa sembrare nuovo nel mondo della musica, apprendiamo in realtà che i fratelli lavorano insieme dagli anni ’80, con comparse anche su MTV. Ma lasciamo perdere le note di contorno e concentriamoci sull’album, ne vale davvero la pena. La partenza è ingannevole, in quanto le tastiere iniziali disegnano una melodia molto malinconica, molto triste, ma l’esplosione di emozioni brillanti sprigionata dal vero attacco della song è davvero indescrivibile. Un pezzo davvero ben congegnato è l’opener “Here’s To You”, che mette in mostra subito l’abilità vocale del bravissimo Robbie La Blanc (una vera rivelazione per il sottoscritto), capace di creare linee vocali mai scontate e sempre energiche e tecnicamente molto complicate, una perfetta unione tra Harem Scarem e Journey. Più tipicamente AOR è la successiva “Edge Of The World”, mid-tempo classicamente melodico, come la tradizione vuole. Vero highlight del lotto è la ballad “Stranger To Love”, nella prima metà piano-voce e successivamente all-band, invero una struttura ampiamente utilizzata da sempre, ma che non si può certo rimproverare ad un pezzo di questa bellezza, basti ascoltare gli stupendi assoli che corredano la song. E’ inutile cercare di scervellarci, o cercare inutili e sterili (almeno in questo caso) critiche a tutti i costi: l’album funziona, e gira più che bene, facendoci passare una bella oretta in tranquillità, cullati prima e scossi poi dalle belle melodie, dalle belle ritmiche di questo stupendo album. Come se non bastasse anche la produzione dei fratelli La Blanc ed il mixaggio a cura dell’impegnatissimo Dennis Ward sono di primissima qualità, sempre attenti a far convivere la tradizione e l’innovazione, ed ora comprendiamo come la lungimirante e valida Frontiers stia puntando molto su questo gruppo. Non ci vuole Dio in persona per capire se un gruppo sia valido o se i suoi pezzi siano competitivi o addirittura vincenti. Per tutti gli amanti dell’AOR più cangiante e per tutti gli amanti dell’hard rock melodico in generale.

TRACKLIST

  1. Here's To You
  2. Edge Of The World
  3. We'll Make The Best Of It
  4. Stranger To Love
  5. Turn This World Around
  6. It's A Little Too Late
  7. Staying Power
  8. Where Do I Go From Here
  9. Beneath This Heart
  10. Pray For Me
  11. Sorry For The Heartache
  12. We Will Rise
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.