BLOODCHURN – Ravenous Consumption

Pubblicato il 09/10/2005 da
voto
6.5
  • Band: BLOODCHURN
  • Durata: 00:36:09
  • Disponibile dal: 18/07/2005
  • Etichetta: Unmatched Brutality
  • Distributore:

Streaming:

I Bloodchurn hanno già scritto nel nome il proprio destino: chi scrive non crede infatti che la band non abbia preso il proprio monicker dall’omonima traccia presente sull’EP “Despise The Sun” dei Suffocation. La band di Frank Mullen è a tutti gli effetti la più grande fonte di ispirazione per il quintetto proveniente dal paludoso Missisippi che, come ormai avrete capito, propone un brutal death metal piuttosto tecnico e complesso. Ovviamente sempre di brutal si tratta, quindi non aspettatevi passaggi ultratecnici e puliti: la violenza sonora qui la fa da padrona, solo che i ragazzi non sono affatto degli sprovveduti con gli strumenti in mano. L’orrenda copertina, intenta a mostrare un uomo in atto di autocannibalismo, può essere fuorviante, lasciando pensare ad un gruppetto gore senza arte nè parte. I Bloodchurn invece, come già detto, sono tecnicamente una spanna sopra la media del genere; purtroppo alla cura e alla perizia tecnica non fa da contraltare una buona verve compositiva e per questo motivo le nove tracce qui presenti stentano un po’ a decollare. Soprattutto nei numerosi rallentamenti la band obiettivamente annoia, mentre nelle fast song come “Dying Breed” da il meglio di sè, grazie ai numerosi cambi di tempo dettati da Josh Ross alla batteria e alle chitarre di Bobby Childers e Charlie Hart che sono sempre pronte a creare pattern mai ripetitivi o fini a se stessi. Abbastanza efficace anche il growling di Ricky Setzer, seppure troppo monocorde. I Bloodchurn saranno solo l’ennesimo gruppo clone di Morbid Angel, Cannibal Corpse e Suffocation, ma, grazie alle loro capacità, riescono ad ergersi al di sopra di band ben più blasonate. Adesso sta a loro crescere e maturare come songwriter in modo da poter essere più incisivi e personali e proporsi sul mercato con un prodotto migliore di questo “Ravenous Consumption”. Sufficienza piena, ma assolutamente migliorabile.

TRACKLIST

  1. Conceived In Blasphemy
  2. Scavengers
  3. Strings Of Salvation
  4. Dying Breed
  5. Skulldrug
  6. Point Of Origin
  7. Cataclysmic Blessing
  8. Born Without A Soul
  9. Gouge Your Eyes Out
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.