BLURRING – Cloud Burner

Pubblicato il 06/08/2017 da
voto
6.5
  • Band: BLURRING
  • Durata: 00:16:28
  • Disponibile dal: 28/04/2017

Spotify:

Apple Music:

E’ un grindcore moderno e nervosissimo quello proposto dai Blurring in questo EP di cinque tracce, seguito dell’omonimo full-length d’esordio (uscito invero abbastanza in sordina) di un paio di anni fa. I Nostri, che vantano tra le proprie fila un pilastro della scena come Dan Lilker, appartengono in tutto e per tutto alla scuola schizoide e tagliata con l’acido dei vari Discordance Axis, Pig Destroyer e primi The Red Chord, e da questi mostri sacri recuperano sia l’elevato quoziente tecnico, indispensabile per l’architettura al cardiopalma di ciascun episodio, sia la propensione a mescolare le carte e giocare di addizione/sottrazione con più generi, al punto da inglobare micro-parentesi black, noise e ‘post’ hardcore nel turbinio vorticoso del riffing e della sezione ritmica. “Cloud Burner” si configura quindi come il classico incubo metropolitano che – di pari passo alle fauci swansiane ritratte in copertina – inghiotte, mastica e riduce a brandelli ogni eventuale ostacolo sul proprio cammino, in cui la vena schizofrenica del songwriting non sfocia (quasi) mai in eccessi o parentesi inutilmente contorte e alienanti. Complice la breve durata (un quarto d’ora e tutti a casa!), la tracklist si metabolizza senza sbattere troppo la testa contro il muro, con lo screaming raggelante del frontman Mark Welden a richiamare quello dei connazionali Leviathan e Nachtmystium e a fungere da tratto distintivo dell’opera, per un risultato finale degnamente immortalato dalla spastica “Casket Black”, concatenazione di rallentamenti simil-sludge e raptus omicidi, e dalle sottilissime melodie di “Flame From Form”, unica parvenza di sanità mentale del disco. I più intrepidi grindfreak si facciano pure avanti.

TRACKLIST

  1. November
  2. Casket Black
  3. Empty Heaven
  4. Flame from Form
  5. Cloud Burner
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.