BLUT AUS NORD – The Work Which Transforms God

Pubblicato il 21/09/2003 da
voto
5.5
  • Band: BLUT AUS NORD
  • Durata: 00:51:42
  • Disponibile dal: 01/09/2003
  • Etichetta: Appease Me
  • Distributore: Masterpiece

Streaming:

I Blut Aus Nord sono la prima scelta della neonata casa discografica Appease Me… non si può certo dire però che l’inizio sia dei migliori. I Blut Aus Nord hanno un discreto nome in patria e anche nell’underground continentale, pur non rappresentando una delle più valide promesse del panorama black metal. Al di là della non eccessiva qualità di questo “The Work Which Transforms God”, bisogna ammettere che il cd non è il ‘solito’ lavoro black metal scontato e sentito alla nausea. Si tratta di un cd un minimo ‘sperimentale’, senza uscire però dalla traiettoria black metal. Forse si potrebbe definire la musica dei Blut Aus Nord come ‘ambient black metal’, musica lentissima, minimale intessuta da scarni parti di chitarra con l’intrusione di rumori vari di tanto in tanto. Il cd è cantato pochissimo, ci sono parti in cui la musica si ferma per lasciare campo a cupi passaggi di synth che si ostinano a dare un’atmosfera rarefatta con suoni sibillini. A volte i rumori ovattati potrebbero essere quelli di una navicella spaziale persa nelle regioni più remote dello spazio… tutto dà l’impressione di fermarsi, come se si trattasse di lento morire che non ha la forza di accompagnare tale caducità ad alcun pensiero. Le parti lente come in “Metamorphosis” e nella bella “One Blessed Frozen Cells” sono molto minimali e scarne, danno una sensazione angosciante, grigia, tetra. Una palude sonora veramente inquietante appesantita da voci strazianti tenute in sottofondo. Tutto bene fin qui, dunque: il cd potrebbe davvero essere un concentrato di atmosfere distorte, ma purtroppo queste sensazioni si creano solo raramente. A ben sentire la musica, i Blut Aus Nord finiscono per ripetersi troppo, hanno avuto l’intuizione giusta nel creare una musica spettrale ma, per riuscire pienamente, l’esperimento dovrebbe essere qualitativamente più elevato. Quando la band francese decide di dare un’accellerata nei tempi, tutto torna nello scontato, nelle soliti parti veloci black sentite e risentite e nemmeno della miglior qualità. Un cd buono nelle idee, che però riesce maluccio nella realizzazione, fatto di alti e bassi in cui però sono i punti meno ispirati a prevalere; se un giorno i Blut Aus Nord riusciranno a sviluppare meglio le loro idee allora potremmo trovarci davanti ad una proposta valida e sufficientemente originale.

TRACKLIST

  1. End
  2. The Choir Of The Dead
  3. Axis
  4. The Fall
  5. Metamorphosis
  6. The Supreme Abstract
  7. Our Blessed Frozen Cells
  8. Devilish Essence
  9. The Howling Of God
  10. Inner Mental Cage
  11. Density
  12. Procession Of The Dead Clown
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.