BORN FROM PAIN – True Love

Pubblicato il 08/02/2019 da
voto
6.5
  • Band: BORN FROM PAIN
  • Durata: 00:32:47
  • Disponibile dal: 15/02/2019
  • Etichetta: Beatdown Hardwear Records
  • Distributore:

Non accennano a fermarsi, i Born From Pain, anche se la notorietà di cui avevano goduto ai tempi della loro permanenza nel roster Metal Blade Records è forse un ricordo. Il gruppo di origine olandese comunque si muove bene da sempre anche e soprattutto in contesti underground, rivendicando e mettendo in primo piano la propria tenace indole ad ogni appuntamento live e in studio. Sono trascorsi ben quattro anni dall’uscita del precedente “Dance With The Devil” e la band torna con “True Love”, ennesimo disco pieno di riflessioni sulla attuale situazione politica e sociale, in cui il frontman Rob Franssen non usa troppi giri di parole per descrivere la presa di coscienza della distruzione, l’osservazione delle macerie e la necessità di trovare la forza per rialzarsi e ricominciare a camminare. Musicalmente, siamo come sempre dalle parti di un hardcore metallizzato che si muove a metà strada fra scuola europea e classici statunitensi, con dosi di metal e di melodia che spesso intervengono a speziare il tutto, facendo prendere ai brani un taglio ora più pesante, ora più arioso e positivo. In effetti, come già accaduto più volte in passato, i Born From Pain possono apparire sia come come una hardcore band interessata al metal, sia come dei metallari a cui piace suonare hardcore, tanto le due anime tendono a dialogare e a confluire l’una nell’altra.
Sul fronte strettamente compositivo, il disco vive di momenti altalenanti, dove episodi più carichi di potenza e pathos lasciano il posto ad altri dove non è riconoscibile un preciso lavoro di cesello e un’ispirazione coinvolgente. “Antitown”, la title track e “Rebirth”, ad esempio, hanno un’anima inquieta accolta in un groove nervoso definito da chitarre taglienti e inserti di doppia cassa, “Bombs Away” è una piacevole digressione nel d-beat, mentre in tracce come “End of the Line” o “Unstoppable” qualcosa si perde per strada, con chorus insistenti ma idee stirate e pedanti.
Ad ascolto concluso, resta l’impressione di avere fra le mani un lavoro onesto, sincronizzato con l’attualità dei nostri tempi, sentito in ogni nota; d’altro canto, alcuni pezzi risultano dozzinali o comunque difficili da apprezzare più di tanto nel loro riciclo di soluzioni abusate o nelle loro sfaccettature talvolta irregolari, cosa che ci impedisce di esaltarci fino in fondo. In ogni caso, siamo certi che i fan dei Born From Pain saranno in grado di trovare almeno un paio di nuove hit e che, dal canto suo, il gruppo si presenterà sul palco carico come sempre. Dopo tutto, è dal vivo che questa musica rende al meglio.

TRACKLIST

  1. Glück Auf
  2. Antitown
  3. New Beginnings
  4. True Love
  5. End Of The Line
  6. Live Forever
  7. Bombs Away
  8. City Nigths
  9. Suffocate
  10. Rebirth
  11. Unstoppable
  12. Marching To The Beast Of Death
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.