BROKEN OATH – A Different Way

Pubblicato il 18/06/2015 da
voto
6.5
  • Band: BROKEN OATH
  • Durata: 00:39:00
  • Disponibile dal: 15/11/2014
  • Etichetta:
  • Sliptrick Records

Spotify:

Apple Music:

Eravamo quattro amici nel garage, che volevano girare il mondo…Se questa recensione fosse stata scritta da Gino Paoli, probabilmente inizerebbe così, descrivendo una realtà simile a quella di mille altre band, se non fosse per la particolarità che, in questo caso, i quattro amici erano tutti chitarristi. Sistemata la line up con la riassegnazione degli strumenti – ferma restando la presenza di ben tre chitarre dal vivo, roba che manco gli Iron Maiden -, i Nostri firmano subito per la nostrana Sliptrick Records, arrivando a registrare il loro primo full-length a soli due anni di distanza dalla prima jam, seguendo un percorso accelerato abbastanza inedita di questi tempi. Ma, bando alle ciance, cosa suoneranno mai questi baldi giovanotti svedesi? A giudicare dalla divertente opener “Shallow Grave”, verrebbe facile rispondere un punk-rock in stile penultimi Offspring – nel caso specifico anche un po’ troppo simile, visto che il riff portante somiglia molto a quello di “The Kids Aren’t Alright” -, ma già dalla successiva “I’ll” si cambia registro verso un robusto hard-rock a là Godsmack, Proseguendo nel gioco delle similitudini,  la title track sembra quasi una versione appesantita di “When I Come Around”, mentre il resto della tracklist spazia dai classici quattro accordi (“No Control”, “Like A Slave”) ad arpeggi in stile Lifehouse (“Two Birds”), passando per il post-grunge Seether-style (“Save Me”) ed atmosfere di stampo sleaze (“Devil’s In Me”). Un bel fritto misto che, seppure divertente ed accomunato da una tocco di pesantezza in più rispetto agli ‘originali’, rende difficile trovare un filo conduttore all’opera prima dei Nostri, somiglianti più a una tribute band piuttosto allargata, che decide di mettersi a fare pezzi propri senza avere le idee molto chiare sullo stile da adottare. Poco male, vista la giovane età discografica; per il momento, ascolto consigliato solo agli omnivori dei generi sopra citati.

TRACKLIST

  1. Shallow Grave
  2. I’ll
  3. Broken Oath
  4. No Control
  5. Two Birds
  6. Like a Slave
  7. Save Me
  8. Devil’s in Me
  9. World Whisper
  10. Addicted
  11. Misery of the Day
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.