BROTHERS OF METAL – Emblas Saga

Pubblicato il 14/01/2020 da
voto
7.0
  • Band: BROTHERS OF METAL
  • Durata: 00:55:13
  • Disponibile dal: 10/01/2020
  • Etichetta: AFM Records
  • Distributore: Audioglobe

Spotify:

Apple Music:

A praticamente un anno esatto di distanza dall’esordio, “Prophecy Of Ragnarök”, gli svedesi Brothers Of Metal sono pronti a rimettersi in gioco con un nuovo full-length intitolato “Embles Saga”. L’hype che gira attorno a questa band non è affatto trascurabile; pacchiani all’inverosimile, già a partire dal look barbaro e battagliero che li accompagna, l’act nordico dimostra – a differenza di molti colleghi che dietro all’apparenza hanno ben poco di concreto da dire – di possedere una spiccata personalità e un’indubbia capacità nel creare pezzi coinvolgenti, capaci di esaltare con un songwriting diretto ma altrettanto vario, che si muove sapientemente tra sonorità symphonic, epic e viking/folk metal. I tredici brani che compongono il disco mantengono il livello di adrenalina sempre elevato: cori possenti, ritmiche epiche ed orchestrazioni massicce sono gli elementi cardini di “Embles Saga”.
Con otto elementi a comporre la line-up, i Brothers Of Metal si tengono aperte diverse strade, come la possibilità di alternare le tre voci, quella femminile e più angelica di Ylva Eriksson alle due maschili di Joakim Lindbäck Erikssone e di Mats Nilsson; il midtempo “One” ad esempio vede la presenza di tutti e tre i cantanti e colpisce con un coro da canticchiare all’infinito. Tra le hit del disco bisogna citare senza dubbio la melodica “Hel” capace di affondare con un refrain epico all’inverosimile e sonorità bellicose che accompagnano l’ascoltatore fino al campo di battaglia. La successiva “Chain Breaker” mostra le capacità della band nel rivisitare il classico heavy metal di Accept e Warlock in chiave moderna, ricordando qualcosa dei Battle Beast, ed il risultato è davvero notevole. Colpiscono le chitarre acustiche di “Weaver Of Fate”, che prendono le luci della ribalta e accompagnano la dolce voce narrante di Ylva per una ballata dai caratteri fiabeschi davvero riuscita. Un paio di momenti più tirati li troviamo invece con “Theft Of The Hammer” e “Ride Of The Valkyries”, pezzi che uniscono con astuzia le sonorità nordiche e folk che hanno reso celebri i Korpiklaani al power metal più classico e tirato.
Nel puzzle sonoro creato dai Brothers Of Metal tutto sembra girare piuttosto bene e questo non è affatto scontato. Bisogna dare atto al gruppo svedese di aver creato un disco interessante che potrà raccogliere i consensi di molti appassionati; tutti quelli che si identificano nella scena power, folk e viking metal, potrebbero trovare forte interesse dall’ascolto di “Emblas Saga”.

 

TRACKLIST

  1. Brood Of The Trickster
  2. POWERSNAKE
  3. Hel
  4. Chain Breaker
  5. Kaunaz Dagaz (Dawn Of Fire)
  6. Theft Of The Hammer
  7. Weaver Of Fate
  8. Njord
  9. Emblas Saga
  10. Brothers Unite
  11. One
  12. Ride Of The Valkyries
  13. To The Skies And Beyond
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.