BUENA MADERA – EP 2018

Pubblicato il 02/04/2018 da
voto
7.0
  • Band: BUENA MADERA
  • Durata: 00:20:28
  • Disponibile dal: 19/03/2018
  • Etichetta:
  • Distributore:

Non manca certo la creatività e la capacità di costruire buoni pezzi a questa giovane band padovana, e se anzi ci soffermiamo a notare che si tratta solo di un trio, potremmo sprecare anche aggettivi e apprezzamenti più iperbolici; la loro proposta è infatti ricca, musicalmente corposa, e dovendo anzi trovare un difetto è forse nell’eccesso di suggestioni che i tre cercano di tradurre in canzoni. Niente di grave, visto che la stoffa c’è: nel corso dei cinque brani di questo EP, che segna il loro ritorno in pista dopo alcuni anni di stop per varie difficoltà, i Buena Madera mettono infatti in mostra tutto l’eclettismo delle loro passioni. Abbiamo echi di stoner psichedelico e delle sue derive più mainstream nell’opener “Spia”, dove il cantante e chitarrista Renato gioca bene le sue carte a metà strada tra Queens Of The Stone Age e Mastodon, mentre la successiva “Nona” nasce (come ammettono nel press-kit) dalle suggestioni di brani come “A Forest” dei Cure e mette in bella mostra la sezione ritmica e un cantato decisamente suadente e figlio della darkwave degli anni Ottanta. “Bear” torna in territori psicotropi con una cadenza marcia e allucinata, bagnata in apertura da una pioggia sabbathiana, ove la voce si affaccia sulla pachidermica base strumentale solo sotto forma di cupo ed efficace mantra. “Nigo” riassume in due minuti la dimensione più furiosa presente in apertura, con l’aggiunta di un bizzarro vocoder, mentre chiude il tutto il brano più acido e apocalittico, ossia “Rasa”: un palpitante incontro tra rasoiate di chitarra, una batteria caricata a ottani e il cantato  stridente – un mix tra Melvins e Battles di grande efficacia, potremmo dire. Per rifarci al loro monicker, insomma, c’è del buon legno su cui costruire i loro futuri lavori, magari con un full-length dalla maggiore organicità, da cui ci si può aspettare decisamente buone cose.

TRACKLIST

  1. Spia
  2. Nona
  3. Bear
  4. Nigo
  5. Rasa
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.