BURNING GLOOM – Amygdala

Pubblicato il 19/06/2019 da
voto
7.0
  • Band: BURNING GLOOM
  • Durata: 00:44:58
  • Disponibile dal: 14/06/2019
  • Etichetta: Argonauta Records
  • Distributore: Goodfellas

L’amigdala è quella misteriosa ghiandola che, nel nostro cervello, viene ritenuto responsabile della gestione delle emozioni; non è quindi un titolo casuale quello scelto dalla rinnovata formazione milanese per mostrarci la sua nuova incarnazione. Rispetto a quanto sentito nel precedente “How I Reached Home”, allorché il quartetto era ancora noto come  My Home On Trees, qui le sonorità stoner si arricchiscono parecchio; dove prima trovavamo la costante di fuzz pesantissimi da cui emergeva principalmente la conturbante voce di Laura Martini a donare un tocco più personale, ora la scrittura dei brani si è fatta più variegata, con l’aumento delle venature heavy psych già presenti in nuce: si riparte, in pratica, dalla lunga titletrack che chiudeva l’album di esordio. La succitata Laura riesce così a mettere maggiormente in luce le trascinanti doti da rocker d’antan, ben supportata da un sound che gode appunto di maggior apertura; anche la sezione ritmica mostra una maggior potenza , così come le chitarre esplorano strade molto meno convenzionali. La doppietta iniziale (“Tower I” e “Tower II”) viene costruita come una cavalcata senza soluzione di continuità su territori più canonici, anche se si notano subito i riff più robusti, mentre già su “Eremite” compaiono cadenze psichedeliche, che crescono nel corso dell’album, ricordandoci a tratti i mostri sacri dotati di frontman donna degli anni sessanta: non solo Jefferson Airplane, ma anche Shocking Blue, come su “Warden”. La seconda parte del lavoro è quella dove esplode il loro lato più aggressivo e insieme cupo: dal bel featuring di Mona Miluski degli High Fighter su “Nightmares”, un duetto che esplora efficacemente incubi interiori, passando per l’acida “Beyond The Wall”, fino alla lunga chiusura affidata a “Obsessive-Compulsive Disorder”: un mantra doomeggiante e suadente, che ben riassume il nuovo corso di una band dalle ottime prospettive future.

TRACKLIST

  1. The Tower I
  2. The Tower II
  3. Eremite
  4. Modern Prometheus
  5. Nightmares
  6. Warden
  7. Beyond The Wall
  8. Obsessive-Compulsive Disorder
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.