BURNING POINT – The Blaze

Pubblicato il 15/12/2016 da
voto
6.0
  • Band: BURNING POINT
  • Durata: 00:44:34
  • Disponibile dal: 25/11/2016
  • Etichetta: AFM Records
  • Distributore: Audioglobe

In occasione della recensione dell’omonimo dei Burning Point del 2014, bollammo quell’intero lavoro – e un po’ anche la band intera – come inutili. La cosa fu dovuta al fatto che l’album di per sè conteneva non solo inediti ma ben sei pezzi già sentiti e solamente ri-registrati con l’allora nuova cantante Nitte Valo, ma l’altra parte (quella preponderante) rimaneva motivata più che altro dall’oggettiva mancanza di originalità del gruppo finlandese. Problema questo che non guarisce per magia nemmeno sul nuovo lavoro “The Blaze”, e che quindi rappresenta ancora il punto critico che mai ha permesso alla band di Pete Ahonen di emergere dal vischioso sottosuolo ove rimangono appiccicate le mille varie band heavy power con poco da dire. Ad onor del vero a risollevare un po’ la band da questo crudo giudizio e a motivare meglio la stiracchiata sufficienza che leggete sotto interviene il fatto che, comunque, la preparazione tecnica dei musicisti, l’esperienza generale e le buone capacità interpretative della nuova cantante sono da band di caratura superiore. Decisamente funzionali e discretamente interessanti si rivelano infatti diversi brani quali ad esempio l’opener “Master Them All”, la priestiana “The King Is Dead Long Live The King” o la terremotante “Chaos Rising”, passaggi tutti estremamente catchy e spinti da suoni e una produzione veramente al top. Meno convincenti si rivelano per contro i momenti che di più si allontanano dalla matrice power della band… canzoni come la zuccherosa “The Lie”, fin troppo influenzata dal melodic metal se non dall’AOR, oppure la cadenzata “Lost In Your Thoughts”, non riescono infatti a colpire veramente l’ascoltatore, risultando sì piacevoli  ma prive d’impatto effettivo, che è invece l’arma su cui la band a nostro avviso ha sempre puntato ottenendo i migliori risultati. Parliamoci chiaro: è forse lodevole il tentativo di Ahonen di svicolarsi un po’ dalla produzione in serie di tracce power tutte uguali, però a nostro avviso la direzione spesso imboccata su questo “The Blaze” di un metal più radiofonico e accessibile non sembra essere per forza quella giusta. Buona parte della potenza e della grinta della Valo viene infatti sprecata su questi passaggi, e la poca fantasia compositiva da sempre mostrata dal sestetto inficia infine l’output finale, col risultato che più della metà dell’attuale roster Frontiers risulta invariabilmente in qualche modo più credibile rispetto a questa versione dei Burning Point. Alla fine, un po’ ci dispiace di finire sempre per parlare in termini così poveri di questa tutto sommato onesta band… l’impressione però è che, aldilà di qualche pezzo riuscito e qualche bella soluzione più interessante nel pentagramma dei Nostri non ci sia altro che dell’anonimo power metal, tra l’altro oramai vecchio oramai di qualche anno.

TRACKLIST

  1. Master Them All
  2. The Time Has Come
  3. Incarnation
  4. My Spirit
  5. The Lie
  6. Dark Winged Angel
  7. Chaos Rising
  8. Lost In Your Thoughts
  9. Things That Drag Me Down
  10. The King Is Dead Long Live The King
  11. Metal Queen [bonus track]
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.