BURST – Lazarus Bird

Pubblicato il 23/09/2008 da
voto
8.0
  • Band: BURST
  • Durata: 00:59:41
  • Disponibile dal: 22/09/2008
  • Etichetta:
  • Relapse Records
  • Distributore: Masterpiece

Spotify:

Apple Music:

In sordina, quasi sotto voce, lontani dalle scene che contano, i Burst continuano a registrare dischi affascinanti. Nati a metà anni ’90 nell’affollata scena svedese, i nostri arrivano con “Lazarus Bird” al quinto full-length album e ancora una volta riescono a modificare le coordinate della loro musica, senza però minimamente mettere a repentaglio quel patrimonio di personalità acquistato nei recenti e apprezzatissimi “Prey On Life” e “Origo”. Il sound del quintetto risulta come sempre fluido e seducente, capace di unire metal, hardcore, psichedelia e space rock con spiccata disinvoltura e con risultati sempre al servizio di canzoni dal sapore etereo ed impalpabile. Rispetto al recente passato, si nota però una generale intensificazione del riffing di chitarra, oggi divenuto più aspro e quadrato, e, soprattutto, una chiara propensione alla creazione di brani articolati e ben più lunghi del solito… in certi casi dal taglio palesemente progressive. Che il tour europeo di spalla agli Opeth di due anni fa abbia influito sul metodo di songwriting della band? Non è da escludere, ma, come accennato, non vi è comunque un solo passaggio in “Lazarus Bird” in cui venga meno il carattere dei Burst, che, con un piglio tipico di chi è consapevole dei propri mezzi, giocano con questi nuovi ingredienti, rielaborandoli e armonizzandoli con lo stile delle loro ultime pubblicazioni. Nella tracklist spicca in particolar modo “(We Watched) The Silver Rain”, brano di quasi dieci minuti che si impone all’ascolto con la sua affascinante sinuosità multiforme, giocato su una amalgama di chitarre grezze – forti persino di echi stoner – mirabolanti break acustici e una impeccabile interpretazione vocale, la quale, proprio come nei migliori episodi di “Origo”, alterna sapientemente screaming, pulito e varie soluzioni intermedie. Un ritorno con classe e decisione.

TRACKLIST

  1. I Hold Vertigo
  2. I Exterminate The I
  3. We Are Dust
  4. Momentum
  5. Cripple God
  6. Nineteenhundred
  7. (We Watched) The Silver Rain
  8. City Cloaked
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.