BYZANTINE – Oblivion Beckons

Pubblicato il 16/04/2008 da
voto
7.0
  • Band: BYZANTINE
  • Durata: 00:54:38
  • Disponibile dal: 04/02/2008
  • Etichetta: Prosthetic Records
  • Distributore: Audioglobe

“Oblivion Beckons”, ovvero il canto del cigno degli americani Byzantine. Davvero un peccato che la formazione della West Virginia abbia concluso la propria carriera musicale con solo tre album all’attivo, in quanto il metal suonato da Chris ‘OJ’ Ojeda e compagni valeva la pena di essere ascoltato. Una fine prematura, quindi, che rende quasi postumo questo lavoro, non per nulla intitolato “Oblivion Beckons” (‘l’oblio chiama’) e non per nulla contenente titoli piuttosto significativi quali “Expansion And Collapse”, “All Hail The End Times” e “A Residual Haunting”. Il thrash tecnico, evoluto e groovy dei Byzantine – che va a pescare a piene mani anche da gruppi non prettamente del genere, come ad esempio Meshuggah e Fear Factory – si mantiene su buonissimi livelli anche per questa ultima apparizione, sebbene in generale, rispetto ai precedenti “The Fundamental Component” e “And They Shall Take Up Serpents”, si presenti con un po’ meno di brillantezza ed ispirazione: da una parte la volontà vagamente forzata di ricercare ritornelli catchy rovina almeno un paio di pezzi (la title-track e “Centurion”), dall’altra abbiamo un riffing piuttosto monotono e derivativo che non trova sostegno, come accadeva in passato, in qualche geniale trovata compositiva della band. Chimaira e Lamb Of God probabilmente sarebbero stati su un altro pianeta comunque, ma se il guanto di sfida dei Byzantine doveva essere “Oblivion Beckons”, allora meglio per loro che la sfida non ci sia stata. Non stiamo scrivendo di un brutto album, attenzione, però pare chiaro il calo d’inventiva che ha colpito il gruppo in questo conclusivo vagito. Ci restano alcune perle – ad esempio “The Gift Of Discernment” e “Receiving End Of Murder” – e dei bellissimi ricordi: caliamo il sipario, quindi, su di un combo che è sempre stato valido e che speriamo non venga dimenticato troppo in fretta dai metalfan. Che l’oblio possa attendere ancora parecchio…

TRACKLIST

  1. Absolute Horizon
  2. Nadir
  3. Oblivion Beckons
  4. The Gift Of Discernment
  5. Expansion And Collapse
  6. Catalyst
  7. Pattern Recognition
  8. Renovatio
  9. Centurion
  10. Receiving End Of Murder
  11. All Hail The End Times
  12. Deep End Of Nothing
  13. A Residual Haunting
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.