CADAVERIA – In Your Blood

Pubblicato il 22/06/2007 da
voto
7.0
  • Band: CADAVERIA
  • Durata: 00:50:08
  • Disponibile dal: 21/05/2007
  • Etichetta: Season Of Mist
  • Distributore: Audioglobe

Spotify:

Apple Music:

Freschi freschi di contratto discografico con la francese Season Of Mist, tornano sul mercato i nostrani Cadaveria, la band capeggiata dall’omonima singer, ex Opera IX: “In Your Blood” è il terzo album del gruppo e la presentazione è delle migliori, grazie ad una cover disturbante e dal forte impatto, raffigurante un angelo intento ad iniettarsi un qualcosa di poco definito – non certo una soluzione di sali minerali, però. Se dal punto di vista grafico-artistico il combo raggiunge il suo picco di provocazione ed inquietudine, la musica contenuta in questo nuovo platter non ne cambia di molto i cangianti e variopinti attributi stilistici: ancora una volta i Cadaveria ci sollazzano con una proposta poco definibile in ristretti ambiti e/o scene; e nemmeno l’abusato termine ‘horror metal’ è utile a definire ciò che i ragazzi suonano, in quanto di horrorifico, in questo disco, c’è ben poco, escluso forse il vago appeal morboso di qualche episodio. I brani sono più o meno tutti piacevoli e ben distinguibili fra loro, considerazione che conferma le buone capacità compositive di Cadaveria, Frank Booth, Killer Bob e Marcelo Santos, dietro i cui nomi da battaglia si celano esperti frequentatori della scena estrema italiana. Ovvio, il minestrone impazzito di sonorità classiche, gothic, modern, melodiche, groovy, ‘panterose’ e anche hard-rock può far storcere il naso a chi gradisce maggiore unidirezionalità, ma, a favore loro, i Cadaveria si avvalgono di un’ottima produzione e di un lotto di canzoni ben concepite ed orecchiabili, oltre al collante universale rappresentato dalla multiforme voce della frontgirl. Tra anthem di melodia e groove (“Memento Audere Semper”, “100.000 Faces”), brani che strizzano l’occhio al nu-gothic più melodico (l’ottima “The Dream”, “Queen Of Forgotten”), altre tracce più ariose e cantabili (“Before The Apes Came”, “Enlightened”) e pezzi più aggressivi (“Anagram”, “Atypical Suggestions By A Dead Artist”), il quartetto tricolore si conferma una bella realtà che cerca di stare al passo coi tempi senza abbandonare il proprio complesso bagaglio d’esperienza. Disco ideale per passare un’oretta in compagnia di buona musica.

TRACKLIST

  1. 100.000 Faces
  2. The Dream
  3. Anagram
  4. Memento Audere Semper
  5. Laying In Black
  6. Queen Of Forgotten
  7. Exorcism To Chaos
  8. Uneven Like Clouds
  9. Before The Apes Came
  10. Virtual Escape From Tragedy
  11. Atypical Suggestions By A Dead Artist
  12. Enlightened
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.