CADAVERIC FUMES – Echoing Chambers of Soul

Pubblicato il 06/12/2021 da
voto
7.5
  • Band: CADAVERIC FUMES
  • Durata: 00:33:12
  • Disponibile dal: 10/12/2021
  • Etichetta:
  • Blood Harvest

Spotify:

Apple Music:

Un debut album che è al contempo un epitaffio, questo “Echoing Chambers of Soul”. I death metaller francesi Cadaveric Fumes hanno infatti deciso di sciogliersi proprio sul più bello, dopo avere a lungo inseguito il momento giusto per dare alle stampe un full-length in seguito a una serie di EP e split sempre più fortunata. Sembra che i membri del gruppo abbiano vissuto male la lavorazione di quest’opera, arrivando al punto di sentirsi completamente esauriti dopo anni di esperimenti, cambi di line-up e altre traversie.

“Abbiamo iniziato come una band di tre elementi senza reali ambizioni oltre a suonare il tipo di death metal che amiamo. Poi abbiamo pubblicato un demo e il nostro nome ha iniziato a circolare nell’underground, il che ci ha solidificato come una vera band. Ma l’amicizia, come la famiglia, a volte ha i suoi difetti, e con il passare degli anni alcuni di noi hanno perso interesse nel mantenere i Cadaveric Fumes la loro priorità principale. Nel rispetto di questa amicizia che va al di là di qualsiasi faida di gruppo, abbiamo deciso di porre fine a questa decennale avventura in buoni rapporti, pubblicando un album di cui abbiamo parlato per anni e sognato ancora di più”.

Una gestazione insomma lunga, interrotta e ripresa, appunto perchè un po’ scomoda e meno spensierata del solito. Ma ora finalmente rivelata. Ascoltando “Echoing…” appaiono distanti le violente sbornie death metal dei vecchi demo della band, quelli che provavano a tradurre primi Death e Morbid Angel per ragazzi cresciuti nella moderna scena death metal. La luna del gruppo di Rennes aveva già iniziato a ruotare verso una faccia più torbida e imprevedibile con l’eccellente EP “Dimensions Obscure”, e con questo primo e ultimo full-length i Cadaveric Fumes non si guardano indietro, finendo per insistere su quella particolare commistione di death metal e heavy/progressive rock che aveva fatto la fortuna della succitata prova del 2016. Anche in questa sede il quartetto non rinuncia a evocare gli idoli di un tempo, ma al contempo mette sul suo tavolo di lavoro pure il ricordo di certe realtà settantiane, confezionando un sound rotondo e avvolgente, che procede disegnando scenari cupi, emotivamente carichi di pathos caotico, a tratti violento o sommessamente alienato. Pezzi come “A Desolate Breed” e “The Engulfed Sepulcher” si pongono nel mezzo tra la tradizione di Bolt Thrower e Morbid Angel e quel ‘nuovo old school’ sibillino coniato da Morbus Chron/Sweven e dai Tribulation di “The Formulas of Death”, tirando fuori potenza, furore, ma anche qualche fantasma e tormento sopito.
Con la ormai consueta dose di eclettismo, i Cadaveric Fumes passano da abbozzi di pura sperimentazione a soluzioni maggiormente ‘dritte’ e percussive, esplorando il più possibile le fessure di un suono che procede, che cambia e che di rado smette di incuriosire. Forse “Dimensions Obscure” era un filo più centrato e costante nella qualità e nel dosaggio degli elementi, tuttavia “Echoing…” non manca di emozionare nel suo alternare stati emotivi con uno sguardo lucido e nostalgico.
Peccato che il percorso di questi ragazzi termini qui, perché in seno al gruppo vi era senz’altro il talento per portare avanti una carriera all’insegna di un suono profondo, sincero e originale. Così come è stato per i Morbus Chron, si può sperare che qualcuno di loro ritorni tra qualche anno sotto un altro nome per riprendere il discorso interrotto con questo album.

TRACKLIST

  1. Exordium
  2. The Stirring Unknown
  3. A Desolate Breed
  4. Waters of Absu
  5. The Engulfed Sepulcher
  6. In Cold Astral Sleep
  7. Voidgazers
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.