CALM HATCHERY – Sacrilege Of Humanity

Pubblicato il 24/02/2011 da
voto
6.0
  • Band: CALM HATCHERY
  • Durata: 00:36:59
  • Disponibile dal: 15/11/2010
  • Etichetta:
  • Selfmadegod Records

Spotify non ancora disponibile

Apple Music non ancora disponibile

Cultori della scena death metal polacca fatevi avanti, “Sacrilege Of Humanity” è pane per i vostri denti. Fatta questa introduzione, siamo sicuri che in molti saranno passati a leggere altre recensioni e quindi ci apprestiamo descrivere l’operato dei Calm Hatchery agli appassionati della scena sopra citata. “Sacrilege Of Humanity” è un disco che racchiude tutti gli elementi classici dello stile che band quali Behemoth, Vader, Decapitated, Hate, Trauma e compagnia bella hanno: blast beat al cardiopalma, assoli frenetici, riff con una massiccia dose di melodia, produzioni cristalline e stop-and-go da farvi sobbalzare dalla sedia. In più i nostri aggiungono alla ricetta una certa spruzzata di gusto egizio alla Nile, sia per quanto riguarda le tematiche che anche per quel che concerne un gusto stilistico (basti sentire “Lost In The Sands”, che sembra un vero e proprio omaggio in salsa polacca alla band di Karl Sanders). Da un punto di vista prettamente tecnico e formale diciamo quindi tranquillamente che a questi ragazzi non manca davvero nulla, e che tutto sommato riescono a regalarci un disco solido, ben suonato, che si basa su un songwriting collaudato che diverte e coinvolge. Per contro va detto che le loro influenze sono talmente palesi ed evidenti che a tratti si fatica realmente al distinguerli dalle loro band “madri”. Se si mastica da un po’ il genere, converrete con noi che certe soluzioni risultano sentite e risentite più volte e, dopo aver loro  riconosciuto l’essere dei bravi fabbri picchiatori, non ci verrebbe da consigliarli se non ad appassionati completisti e assidui setacciatori della scena est europea.

TRACKLIST

  1. Rattlesnake's Dream
  2. Sea of Truth
  3. Messerschmitt
  4. We Are the Universe
  5. Mirror Giants
  6. Hymn of the Forgotten
  7. Them
  8. Lost in the Sands
  9. Those Who Were
  10. Shine for the Chosen One
  11. The Blood of Stalingrad
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.