CAMERA OBSCURA TWO (CO2) – DÖD

Pubblicato il 11/02/2021 da
voto
7.5

Spotify non ancora disponibile

Apple Music non ancora disponibile

Siete alla ricerca di una greve e meschina dose di annullamento estremo? Niente paura, l’eterno Alberto Penzin ha ciò che fa per voi. Dopo aver scaldato i motori per una decina d’anni, l’ex Schizo ha finalmente fatto esplodere il proprio progetto Camera Obscura Two, o più semplicemente CO2. Come? Riadattando alcuni pezzi già registrati in passato e scaravantandoli in pieno volto sul qui presente “DÖD”: ventotto minuti ferali in cui trovano spazio ogni qualsivoglia scheggia che punta dritta nelle vostre tempie. Dal thrash al grind, dal death all’hardcore, con aggiunte doom (“The Bitterest Drop (Part I)”) che vanno ad appesantire ulteriormente un prodotto sì minimale ma perfettamente adatto al suo scopo principe; elevare un’impalcatura caotica, rigorosamente underground, al limite della nevrosi. Un agglomerato terminale messo a punto dal nostro Penzin in collaborazione con altre figure simbolo della scena estrema italiana: in primis Giulio ‘The Bastard’, la cui prestazione dietro al microfono è purtroppo coincisa anche con il suo canto del cigno come annunciato in sede di presentazione dell’album. Ma non solo: se alla chitarra è sceso in campo Marco ‘Cinghio’ Mastrobuono (già bassista negli Hour Of Penance), alla batteria si è seduto l’ex Novembre Giuseppe Orlando, tutt’ora drummer dei The Foreshadowing. A chiudere il cerchio, così da definire meglio il tasso di nullificazione, Andrea Ragusa al basso cinque corde, irrobustendo ancor di più una sezione ritmica a dir poco lapidaria. Diretti e mortiferi (“My Ways Are Not Your Ways”), ipnotici e roboanti (“To Bleed To Feel Alive”), i CO2 non lasciano adito a dubbi del caso: una marcia (in tutti sensi) suprema in cui trovano spazio anche un paio di omaggi ai tempi ‘schizzati’ che furono con “Swamp Angel” e “Deathstress”; un crudele viaggio nei bassifondi sonori, al proprio apice destabilizzante nella lunga traccia fantasma e che trova piena realizzazione artistica nella cover di Szymon Siech. Entrate coi piedi di piombo nella Camera Obscura Two ed armatevi a puntino.

TRACKLIST

  1. My Ways Are Not Your Ways
  2. To Bleed To Feel Alive
  3. Stalked By The Eye Of No God
  4. Need For Limited Loss
  5. (She's) The Enemy
  6. The Bitterest Drop (Part I)
  7. [hidden track]
  8. Swamp Angel
  9. Deathstress
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.