CASTEVET – Mounds of Ash

Pubblicato il 28/12/2010 da
voto
7.5
  • Band: CASTEVET
  • Durata: 00:39:47
  • Disponibile dal: /12/2010
  • Etichetta: Profound Lore
  • Distributore:
Un gruppo dal background (post) hardcore che si cimenta in un sound influenzato dal black metal – o viceversa – non è più una fulminante novità: basta pensare a realtà come Tombs, Celeste o Altar Of Plagues e alle loro recenti, apprezzatissime, prove in studio. Tuttavia, essendo questo sottogenere sorto da poco, l’impressione di essere vicini alla raschiatura del barile è ancora piuttosto remota: sono ancora parecchie le combinazioni attuabili e altrettante le sfumature esplorabili. Lecito perciò accogliere di buon grado questo primo full-length degli americani Castevet, formazione che sulle prime sembra in tutto figlia dei succitati Tombs, ma che, se ascoltata con attenzione, non tarda a offrire interessanti spunti personali. L’impatto di un lavoro di chitarra certamente più affilato di quello dei colleghi newyorkesi fa già nascere la curiosità di approfondire; quando poi una melodia che sembra essere stata presa di peso dal repertorio dei Ved Buens Ende si appoggia su un nudo sfondo di inquietanti scricchiolii, la curiosità cede il posto all’attesa di cosa verrà poi. Aspettativa non delusa, perché tutta la tracklist riserva piccole sorprese: da un drumming davvero ficcante a un monolitico lavoro percussivo di marca Neurosis, sino ad arrivare a ulteriori omaggi alla scena avantgarde-black metal norvegese dei primi anni ’90 – in particolare agli In The Woods – che creano piccole onde di melodie celestiali, raggiungendo un effetto emotivo da brividi. Il tutto racchiuso in strutture che possono appunto ricordare quelle dei Tombs, anche se, come chiarito, la band in più di un’occasione imbocca una propria strada, cercando di prendere il più possibile le distanze da certe affinità. "Mounds of Ash" segna dunque l’arrivo dei Castevet nel campo di questa nuova musica estrema, mettendo in mostra un songwriting perfezionabile ma già alquanto avvincente… solida base da cui partire per nuove conquiste.

TRACKLIST

  1. Red Star Sans Chastity
  2. Mounds of Ash
  3. Grey Matter
  4. Red Aura
  5. Stones
  6. Wreathed in Smoke
  7. Harvester
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.