CEREBRIC TURMOIL – Neural Net Meltdown

Pubblicato il 16/12/2015 da
voto
5.5
  • Band: CEREBRIC TURMOIL
  • Durata: 00:31:30
  • Disponibile dal: 13/11/2015
  • Etichetta:
  • Amputated Vein

Spotify:

Apple Music:

Il troppo stroppia. Eccome, se stroppia. Un detto banale, ma che nel caso di “Neural Net Meltdown”, prima prova sulla lunga distanza dei tedeschi Cerebric Turmoil, calza a pennello. Già, perché va bene essere tecnici, frenetici e coniugare all’interno della propria proposta spunti di varia estrazione (nella fattispecie death-grind, jazz/fusion e math core), a patto però di non cadere nel grottesco, mantenendo cioè l’assoluto controllo della situazione e lasciando che sia il concetto di musicalità a prevalere sul resto, non il puro e semplice esibizionismo. Una lezione che i Nostri – esattamente come tanti altri loro colleghi – devono essersi persi, al punto da trasformare questo pugno di brani in una sorta di wormhole da cui è impossibile uscire senza le vertigini, la nausea e una fortissima emicrania. Ogni episodio, a partire dall’opener “Twitching Eye Staccato”, può essere visto come un’accozzaglia di riff, cambi di tempo e assoli lanciati alla velocità della luce, senza un costrutto che possa venire incontro all’ascoltatore durante la fruizione, in cui gli insegnamenti di Cephalic Carnage, Discordance Axis, Origin e Spawn Of Possession vengono presi e fatti a pezzi da un songwriting imprevedibile sulla carta e caotico nei fatti, che procede per accumulo verso un muro di assoluto grigiore e indifferenza. I passaggi memorizzabili – badate bene, non memorabili – si contano sulle dita di una mano, intrappolati fra sequenze infinite di note che sembrano il parto di un computer, mentre le linee vocali di Chris Reese (Corrupt Moral Altar) non riescono a migliorare la situazione, suonando il più delle volte forzate e fuori contesto, lontane da quelle udibili su un “Mechanical Tides”. Insomma, non ce ne vogliano l’Amputated Vein e i Cerebric Turmoil, ma questo “Neural Net Meltdown” è, a nostro avviso, quanto di peggio la scena techno-death abbia sfornato negli ultimi mesi. Un modello di onanismo e freddezza da non seguire per nessuna ragione al mondo.

TRACKLIST

  1. Introduction
  2. Twitching Eye Staccato
  3. Secluded Out Of Touch By Avoiding Mankind
  4. Metaphysics (Skit)
  5. Discordian Equilibrium
  6. Grotesque Dreaming
  7. Soul Famine
  8. Bitstorm
  9. Tangled In Trial And Error Scenarios
  10. Vile Effect Momentum
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.