CHAOSWAVE – The White Noise Within

Pubblicato il 11/04/2006 da
voto
7.5
  • Band: CHAOSWAVE
  • Durata: 00:46:25
  • Disponibile dal: /01/2006
  • Etichetta: DVS Records
  • Distributore: Frontiers

Eccellente esordio sulla lunga distanza per i cagliaritani Chaoswave. Il sottoscritto non si sarebbe mai aspettato una maturità compositiva così marcata da un gruppo che alle spalle aveva un solo demo tape. I ragazzi sono facilmente inquadrabili come un mix di Nevermore, Lacuna Coil e, in minima parte, Dream Theater del periodo “Train Of Thoughts”. Ciò che esce da questo mix eccitante è un suono fresco e vitale, non dissimile da quanto già sperimentato dagli eccelsi Madder Mortem. Innanzitutto il connubio tra voci maschile e femminile è utilizzato con intelligenza, in quanto Giorgia Fadda e Fabio Carta si compensano a vicenda e le linee vocali maschili non vengono utilizzate come semplice controcanto. Ottimo anche il lavoro di chitarra di Henrik Rangstrup, già nei Symphonia, piuttosto fantasioso in fase solista e capace di piazzare assoli complessi ma mai fini a se stessi. Il fatto che la voce di Giorgia assomigli non poco a quella della ben più nota Cristina Scabbia potrebbe ritornare utile alla band, dato il momento di massima esposizione dei Lacuna Coil. In effetti sarebbe un peccato lasciare che un gruppo così talentuoso finisca nel dimenticatoio. All’interno di “The White Noise Within” vi sono delle perle tutte da scoprire: da “Indifferent” alla thrasheggiante “Hate Create”,  fino alle atmosfere liquide e prog di “The End Of Me”, non ci sono colpi a vuoto: tutto il lavoro risulta solido e coeso. Sebbene la base gothic potesse indurre il gruppo a sperimentare soluzioni maggiormente pop-oriented, i nostri riescono a mantenere tutte le composizioni in ambito prettamente metal. Quindi, anche se alcune somiglianze con i Lacuna Coil ci sono e sono evidenti, è bene non confondere la musica dei Chaoswave con quella dell’ensemble milanese: così facendo i sardi rischierebbero solo di rimetterci, essendo la loro proposta ben più articolata e meglio eseguita. Complimenti alla band e complimenti anche all’etichetta DVS, sempre attenta alla qualità dei propri prodotti. Acquisto straconsigliato.

TRACKLIST

  1. The 3rd Moment Of Madness
  2. Indifferent
  3. Mirror
  4. Hate Create
  5. The End Of Me
  6. The Wasteland Of Days
  7. Paint The Poet Dead
  8. Swept Away
  9. See Nothing Hear Nothing Say Nothing
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.