CHAPEL OF DISEASE – The Mysterious Ways of Repetitive Art

Pubblicato il 12/01/2015 da
voto
7.0
  • Band: CHAPEL OF DISEASE
  • Durata: 00:47:33
  • Disponibile dal: 16/01/2015
  • Etichetta: F.D.A. Rekotz
  • Distributore:

Spotify:

Apple Music:

Coloro in attesa di un ennesimo melting pot all’insegna del death metal vecchia scuola più oltranzista potrebbero rimanere spiazzati davanti al nuovo lavoro dei Chapel Of Disease. In tutta onestà, non nutrivamo grandi aspettative nei confronti del ritorno della formazione tedesca, segnalatasi in maniera solo decorosa con il debutto “Summoning Black Gods”; eravamo dell’idea che i Nostri non avessero molto altro da offrire e invece “The Mysterious Ways of Repetitive Art” è stato il cosiddetto fulmine a ciel sereno. Se il primo album era appunto un disco senza troppe pretese e interamente votato al filone old school, “The Mysterious…” allarga di parecchio il campo d’azione del gruppo, che si ripresenta con un suono che mescola il passato con nuove tentazioni black metal e un vago tocco gotico. Già a partire dall’artwork si comprende come i Chapel Of Disease abbiano voluto rinnovarsi, cercando di conferire ad ogni aspetto della propria proposta un taglio più maturo e al tempo stesso più sfuggente. A livello prettamente musicale, la base è rimasta un death metal che arriva persino a scomodare matrici tardo Ottantiane, con vari accenni all’operato di primi Death, Pestilence e Morgoth; su queste fondamenta la band oggi però a tratti sparge un riffing più agile ed emotivo che sa di Rotting Christ e degli assoli di chitarra che ricordano i Paradise Lost. Ne esce un curioso ibrido death-black incentrato su ritmiche piuttosto ragionate e dotato di un’atmosfera particolarmente densa ed uniforme, tutto sommato ben più austera di quella rintracciabile sul debutto, il quale invece puntava soprattutto a colpire duro e giocare di ignoranza. Detto che “The Mysterious…” dà comunque l’idea di essere un disco di transizione (soprattutto per il fatto che alcuni brani risultano meglio levigati e più riconoscibili di altri), nell’insieme si rimane piacevolmente colpiti da questa svolta; le composizioni sono forse meno aggressive rispetto al vecchio repertorio, ma intrattengono comunque meglio grazie ad una formula più personale e stimolante, che rifugge il tributo ad oltranza e che, anzi, cerca di farsi largo nella mente dell’ascoltatore con soluzioni sempre più astute e da assaporare con calma. Insomma, i Chapel Of Disease hanno iniziato a pensare più spesso con la propria testa e i risultati raggiunti fanno senz’altro ben sperare per la loro futura carriera. Sarà il caso di seguirli, d’ora in avanti.

TRACKLIST

  1. The Mysterious Ways...
  2. The Dreaming Of The Flame
  3. Masquerade In Red
  4. Lord Of All Death
  5. Symbolic Realms
  6. Life Is But A Burning Being
  7. ... Of Repititive Art
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.