CHICKENFOOT – Chickenfoot

Pubblicato il 07/07/2009 da
voto
8.0
  • Band: CHICKENFOOT
  • Durata: 00:58:02
  • Disponibile dal: 07/07/2009
  • Etichetta: earMusic
  • Distributore: Edel

Per esperienza, quando ci si trova di fronte ad un disco di un famigerato supergruppo è molto facile prendere una cantonata epocale. Quante volte, infatti, di fronte ad una formazione sulla carta eccezionale, si finisce per sbuffare di rabbia a causa di un disco ignobile o confezionato solo per spennare i polli di turno? Con grande gioia del sottoscritto e di tutti i fan del rock di classe, i Chickenfoot suonano musica di tutt’altra pasta. Cosa si può pretendere da una line-up formata da Sammy Hagar e Michael Anthony dei Van Halen, da Chad Smith (Red Hot Chili Peppers) e Joe Satriani? “Chickenfoot” è un disco di grandissimo hard rock, dove la classe e la tradizione di Hagar, si mischiano con influenze funky e blueseggianti dei suoi compagni d’avventura. “Avenida Revolution” apre l’opera dei Chickenfoot in modo dirompente, i riff di Satriani accompagnano la sempre immensa voce del Red Rocker in un brano pieno di groove, dal sound attuale che non getta ombre sulla storia dei musicisti. Sin dai primi assoli Joe Satriani dimostra tutto il suo gusto, senza strafare o lasciarsi andare ad inutili virtuosismi l’axeman ci incanta grazie ad una performance intensa e memorabile. Con “Soap On A Rope” si torna a sonorità hard rock più classiche ed immediate, tanto per andare sul sicuro. Cori e linee melodiche facili da memorizzare sono gli ingredienti principali di questa succulenta portata. Non mancano nemmeno episodi più radio-oriented, “My Kinda Girl” raggiunge il massimo picco di vanhaleniana influenza, ma senza cadere nel plagio. In effetti i maggiori pregi dei Chickenfoot sono la personalità e la freschezza con cui hanno composto i brani, i nostri non disdegnano il loro importante passato, ma non si lasciano andare a facili operazioni nostalgiche. “Get It Up” compie un balzo verso sonorità in voga nei primi anni novanta nella scena statunitense, mentre la ballad “Learning To Fly” si rivela tanto ruffiana quanto intensa. Rock, blues, funky, anima e cuore, tutto questo è “Chickenfoot”, quattro musicisti che hanno fatto la storia della nostra musica preferita oggi ci hanno regalato un altro disco immenso che li consacra ancora una volta nell’Olimpo delle stelle. Serve altro per convincere un qualsiasi rocker che si rispetti a far suo un disco destinato a consumarsi nel lettore?

TRACKLIST

  1. AVENIDA REVOLUTION
  2. SOAP ON A ROPE
  3. SEXY LITTLE THING
  4. OH YEAH
  5. RUNNIN’ OUT
  6. GET IT UP
  7. DOWN THE DRAIN
  8. MY KINDA GIRL
  9. LEARNING TO FALL
  10. TURNIN’ LEFT
  11. FUTURE IS THE PAST
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.