CHROME DIVISION – One Last Ride

Pubblicato il 19/11/2018 da
voto
6.5
  • Band: CHROME DIVISION
  • Durata: 00:42:47
  • Disponibile dal: 16/11/2018
  • Etichetta: Nuclear Blast
  • Distributore: Warner Bros

Come annunciato dalla band questo lavoro sarà l’ultimo, il quinto, per la formazione norvegese tutta whiskey e rock’n’roll. Il canovaccio stilistico è sempre il solito e quindi risulta difficile pescare dei brani migliori di altri in quanto per tutti i quarantadue minuti Shagrath (Dimmu Borgir) e soci riescono comunque a trasudare attitudine e divertimento rimanendo ben saldi al loro sound che pesca dall’heavy classico e da vari sottogeneri degli Eighties con un occhio di riguardo per il sound partorito dal compianto Lemmy Kilmister. All’interno possiamo trovare anche un po’ di Van Halen, come in “This One Is Wild”, e dei leggeri richiami alla rocciosità degli AC/DC. L’inesorabile titolo della release “One Last Ride” – azzeccato quanto scontato – dà il nome anche alla decima traccia del disco, quella più Motorhead insieme alla seguente “We Drink”, in cui la ritrovata voce di Eddie Guz si spreme alla grande nel più rancido dei canti e non fa mancare un commiato per fan ed ex membri della band. Il disco in sé non presenta momenti particolarmente esaltanti o memorabili ma sicuramente non mostra segni di debolezza durante l’ascolto. Classico disco ascoltabile come sottofondo per delle sonore sbronze tra amici o per viaggi in macchina (possibilmente su una bella decappottabile con occhiali da sole obbligatori). Come dicevamo sopra: dalla prima all’ultima traccia la solidità ritmica, i tempi incalzanti, i cori e linee vocali trascinanti uniti ad un po’ di campanaccio qua e là formano l’ormai consueta miscela esplosiva pronta per detonare nei vostri timpani al suon di brani come “Back In Town” e “I’m On Fire Tonight”. In quest’uscita più che mai si sente che la natura intrinseca della band sarebbe quella di sfondare palcoscenici in ogni dove per tenere alta la bandiera del rock senza regole né compromessi peccato che, ormai certi della chiusura del progetto, abbiano approfittato poche volte a partecipare ad uscite live. In definitiva quest’ultimo giro dei Crhome Division non cambia l’idea che ognuno di noi s’è fatto del progetto negli anni – per i neofiti si consiglia di poggiare l’orecchio anche al loro primo lavoro “Doomsday Rock’N’Roll”- ma possiamo dire che rappresentano l’ideale più calzante di un side-project dando vita ad una band di cui probabilmente all’inizio nessuno sentiva il bisogno ma che ora, a più di qualcuno, mancherà.

TRACKLIST

  1. Return From The Wastelands
  2. So Fragile
  3. Walk Away In Shame
  4. Back In Town
  5. You Are Dead To Me
  6. The Call
  7. I’m On Fire Tonight
  8. Staying Until The End
  9. This One Is Wild
  10. One Last Ride
  11. We Drink
  12. Towards The Unknown
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.