CIRCLE OF DEAD CHILDREN – Zero Comfort Margin

Pubblicato il 02/11/2005 da
voto
6.0

Debutto su Willowtip/Earache per i Circle Of Dead Children, band attivadal qualche anno nel circuito estremo e che ha alle spalle diverseproduzioni tra album, mini e demotape. Questo “Zero Comfort Margin”gioca ancora una volta la carta del grind death, ma, a differenza chein passato, la band risulta più precisa e convincente, pur restandolontana anni luce dai big del genere, Pig Destroyer su tutti. Le vocisi dividono equamente tra un growling rantolante e uno screamingparecchio acido. La produzione, curata da Steve Austin dei Today Is TheDay, è piuttosto approssimativa: non è dato sapere se la mossa siavoluta o meno, ma è certo che la cosa penalizza molto la band,soprattutto il lavoro del drummer. I momenti migliori sonoindubbiamente quelli dove la matrice hardcore dei ragazzi viene agalla, come ad esempio in “Android: 120 Ampere Opiate”, o nel riffingdi “Born On A Bomb Shell”. Quando invece viene messo in luce il latobrutal della loro proposta, come in “Zero Comfort margin”, i Circle OfDead Children dimostrano di avere ancora molto da lavorare, risultandonoiosi in più di un frangente. L’album contiene quindici tracce intrenta minuti scarsi di durata, nella migliore tradizione grind, anchese c’è da considerare che molti sono stacchetti più o meno inutili.Ovviamente i ritmi sono quasi sempre piuttosto sostenuti, ma il lavorodei singoli strumentisti purtroppo viene sminuito dalla pessimaproduzione di cui sopra. In definitiva, sembra che la band non riescaproprio a calarsi nei panni dei nuovi Brutal Truth, anche se rispettoal passato c’è stato un miglioramento sensibile. Purtroppo questo nonbasta a far passare i Circle Of Dead Children come la new sensationgrind: per quello il lavoro da fare è ancora lungo e il traguardo moltolontano.

TRACKLIST

  1. Forward Through the Copper Sun
  2. Zero Comfort Margin
  3. No Tears Fall Through Hollow Eye - Sockets
  4. Chemical Goat
  5. Whimper
  6. Android (120 ampere opiate)
  7. Host (age)
  8. Bohemian Grave
  9. The System as the Master Deceiver
  10. Born on a Bombshell
  11. Strip Naked for the Killer
  12. A Homage to Tombstone Granite
  13. Footprints in Fire
  14. Playdumb
  15. For Black Eyes Only a.k.a. Depopulate: Tears of Illuminati
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.