CIVIL WAR – The Killer Angels

Pubblicato il 03/07/2013 da
voto
6.5
  • Band: CIVIL WAR
  • Durata: 00:46:41
  • Disponibile dal: 11/06/2013
  • Etichetta:
  • Despotz Records

Spotify:

Apple Music:

Gli svedesi Civil War sono la band nata l’indomani della grande scissione in casa Sabaton, che ha visto da un lato il cantante Joakim Brodén e il bassista Pär Sundström mantenere le redini del gruppo e dall’altro i chitarristi Oskar Montelius e Rikard Sundén, il tastierista Daniel Mÿhr e il batterista Daniel Mullback lanciarsi in questa nuova avventura. Al loro fianco si sono schierati il bassista Stefan “Pizza” Eriksson e soprattutto il cantante Nils Patrick Johansson, noto per la sua militanza in Astral Doors e Lion’s Share. Se da un punto di vista prettamente strumentale lo stile delle composizioni non si discosta molto da quello dei Sabaton e rimane orientato su un power metal melodico, ricco di pompose tastiere, piuttosto semplice e accessibile, è proprio il cantato a fare il grosso della differenza. L’impostazione più hard rock, ruvida, molto vicina a Ronnie James Dio o Jorn Lande e la raffinatezza enormemente superiore di Johansson rispetto al carismatico frontman dei Sabaton, sono il tratto distintivo principale che permette di tracciare un confine tra le due band. Il qui presente debutto “The Killer Angels”, in parte basato sulla celebre battaglia di Gettysburg nel contesto della Guerra di Secessione americana, appare quindi come una versione un po’ più “elegante” di quanto fatto negli anni dai Sabaton. Questo si traduce in una manciata di brani discreti e dal buon tiro come la opener “The King Of The Sun”, mid tempo dove un Patrick Johansson posto volutamente in grande risalto nel mix mette subito sul piatto tutta la sua tecnica, o le più tirate “First To Fight” e “Sons Of Avalon”, brani che puntano tutto su ritmiche ad alta velocità e refrain dalle linee vocali estremamente dirette. Come sappiamo, i Sabaton sono convincenti non solo negli assalti ritmici ma anche nei più quadrati e trascinanti mid tempo. Anche i Civil War tentano di seguire la stessa strada, ottenendo risultati pregevoli con “I Will Rule The Universe”, un pezzo abbastanza coinvolgente che ricorda “The Art Of War” o “Uprising” degli ex compagni di band. Il livello dei brani rimane però costantemente su standard medi e non riusciamo a evidenziare picchi qualitativi o pesanti cadute di tono. Così i 45 minuti di durata del disco scorrono via piacevolmente, senza però, lasciare particolari impressioni. I Sabaton, si sa, non possono certo essere definiti fautori di chissà quale prodigio artistico, ma hanno una personalità ben definita, soprattutto per via della voce cavernicola del loro frontman e per l’efficacia di riff e ritornelli. I Civil War, nonostante il fondamentale apporto di un cantante eccezionale, danno invece l’impressione di essere semplicemente un’altra band che si affaccia su un panorama già abbondantemente sovraffollato, semplicemente riproponendo in maniera discreta ma nulla più una formula che molte altre formazioni classic-power svedesi come Hammerfall, Nocturnal Rites o Astral Doors offrono da molti anni a livelli superiori.

TRACKLIST

  1. King of the Sun
  2. First to Fight
  3. Saint Patrick's Day
  4. Rome Is Falling
  5. Sons of Avalon
  6. I Will Rule the Universe
  7. Lucifer's Court
  8. Brother Judas
  9. My Own Worst Enemy
  10. Gettysburg
  11. March Across the Belts (bonus)
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.