CMPT – Krv i pepeo

Pubblicato il 22/12/2021 da
voto
7.0
  • Band: CMPT
  • Durata: 00:40:39
  • Disponibile dal: 21/12/2021
  • Etichetta:
  • Osmose Productions

Spotify non ancora disponibile

Apple Music:

A soli sette mesi di distanza dalla pubblicazione del primo EP “Mrtvaja”, i CMPT rilasciano, a sorpresa, il loro primo full-length intitolato “Krv i pepeo”. Della band di origine balcanica non si hanno molte informazioni, se non quelle legate alla loro musica – un black metal melodicamente violento. Non è un mistero, invece, la passione che i Nostri nutrono per l’occulto, i rituali magici e la stregoneria: elementi germogliati dal seme di credenze popolari della loro terra che il tempo non ha mai cancellato. La traduzione letterale di “Krv i pepeo” è “Sangue e cenere” ovvero due sostanze che i CMPT mettono al centro di questo disco concettuale, immaginato come una sorta di offerta spirituale a ciò che si cela nell’aldilà. L’album prende vita e si sviluppa in una dimensione oscura chiamata “Gluvo doba” vale a dire il momento più buio della notte in cui le forze del male prendono il sopravvento sul mondo addormentato. In questa sorta di vulnerabilità immaginaria, la band inizia ad infliggere frustate sonore incandescenti che aprono un varco ad entità maligne ma soprattutto alle otto violente tracce del nuovo disco. Gli accordi veloci e scroscianti di “Seme ponoci” si susseguono uno dopo l’altro creando un mantra aggressivo sospinto da ritmiche infernali che deflagrano in pura adrenalina. La titletrack si veste di sonorità più fredde e melodiche che lasciano intravedere la luce di fuochi fatui tra la fitta nebbia di questo paesaggio desolato. L’impatto con il ruvido scream del cantante è più che positivo, senza troppe sfumature la voce della bestia evoca i suoi mostri con foga e personalità. Sui sentieri poco battuti di “Prokletije” e “Memla” le atmosfere si dilatano ed i ritmi rallentano lasciando che sia la malinconia ad occultare, come le foglie in autunno, il rapido percorso di “Krv i pepeo”. “Srce od trnja” è una delle tracce più accattivanti dell’album: l’esecuzione è priva di tecnicismi, come spesso accade nel black, ma la forza del brano sta nella fluidità e musicalità del suono che, come una valanga, travolge ogni cosa portando con sé detriti di emozioni. É palpabile il vento dei Sargeist e dei Judas Iscariot che si insinua nel fitto bosco dei CMPT, capace di mitigare queste brutali correnti fredde in armoniosa brezza tagliente. Aspettavamo al varco questa band, curiosi del risultato che poteva ottenere con l’uscita di un album vero e proprio. Ebbene, le buone impressioni scaturite in “Mrtvaja” sono state confermate in questo nuovo lavoro che consolida il gruppo serbo tra le realtà black metal più interessanti dell’anno.
Nel cuore della notte “Krv i pepeo” fermerà le lancette dei vostri orologi, esse saranno i grimaldelli adatti a scardinare le porte dell’antico regno dei morti senza più alcun confine.

TRACKLIST

  1. Seme ponoci
  2. Krv i pepeo
  3. Prokletije
  4. Vrani pir
  5. Srce od trnja
  6. Memla
  7. Mesecev zub
  8. Na vecernjem lahoru
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.