COHEED AND CAMBRIA – The Afterman: Ascension

Pubblicato il 31/10/2012 da
voto
7.0
  • Band: COHEED AND CAMBRIA
  • Durata: 00:39:29
  • Disponibile dal: 09/10/2012
  • Etichetta: V2 Records
  • Distributore:

I Coheed And Cambria non ne vogliono proprio sapere di abbandonare il concept parzialmente fantasy “Armory Wars” che ha caratterizzato la band sin dagli esordi, e dopo la brillante retrospettiva a titolo “Year Of The Black Rainbow” si ripresentano con un’opera doppia la cui seconda parte  (“The Afterman: Descension”) verrà pubblicata il prossimo febbraio. Lo stile della band originaria di New York è ormai inconfondibile e, pur rientrando in virtù della propria eterogeneità in ambito progressive, mostra ancora una volta la capacità del leader Claudio Sanchez di saper gestire influenze metal, alt rock, prog e persino pop anche all’interno del medesimo brano. L’unione lirica tra le varie canzoni è supportata da una compattezza sonora che rispetto alle ultime due pubblicazioni pare più intensa, limitando in parte l’identità delle varie tracce. Un problema solo marginale, perché le canzoni escono positivamente alla distanza e poi un pezzo come la titletrack, ad esempio, conquista sin dalle prime battute supportata da un geniale arpeggio. Il picco qualitativo del sesto sigillo in studio dei Co&Ca è tuttavia rappresentato dall’ottima suite “Key Entity Extraction”, suddivisa in quattro brillanti episodi in grado di emozionare fra ritmiche da capogiro, avvincenti duelli tra le chitarre e le inconfondibili linee vocali di natura prettamente alternative. Gli ingredienti che hanno caratterizzato l’ascesa del quartetto statunitense in questi anni ci sono tutti, così come pare assorbito il cambio ritmico con l’avvento del nuovo bassista Zach Cooper ed il ritorno dello storico batterista Josh Eppard. L’anonimato di alcuni pezzi (la ballata conclusiva “Subtraction” su tutti)  e l’abuso di certe strutture ritmiche certifica la leggera frenata rispetto ai fasti del succitato “Year Of The Black Ranbow”, ma non è mai facile ripetersi a certi livelli con così poco tempo a disposizione. Considerando le comunque numerose note liete a referto, la prima parte del concept “The Afterman” può essere archiviata positivamente.

TRACKLIST

  1. The Hollow
  2. Key Entity Extraction I: Domino the Destitute
  3. The Afterman
  4. Mothers of Men
  5. Goodnight, Fair Lady
  6. Key Entity Extraction II: Holly Wood the Cracked
  7. Key Entity Extraction III: Vic the Butcher
  8. Key Entity Extraction IV: Evagria the Faithful
  9. Subtraction
1 commento
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.