COIL COMMEMORATE ENSLAVE – L’infinita Verità Del Tutto

Pubblicato il 12/03/2015 da
voto
7.0

Prendete carta e penna e, se non avevate già conosciuto questa band al tempo del primo demo uscito nel 2008, segnatevi il nome Coil Commemorate Enslave. Il debut album della band proveniente dalla Basilicata, infatti, fa decisamente ben sperare per il futuro. Brava la ATMF a dare visibilità a questa realtà underground black metal che non tarderà molto ad imporsi all’attenzione dell’intera scena tricolore. La musica graffiante, ma anche melodica dei Coil Commemorate Enslave è impreziosita dai testi di Leopardi, elemento non di poco conto. Il black metal di questa band ha un riffing molto ispiraro, i ritmi sono sferzanti e le atmosfere pregne di decadentismo. Lo stile è già personale ed anche sotto questo aspetto il gruppo dimostra una notevole maturità: in qualche frangente sembra di ascoltare gli ultimi lavori di Burzum, ma portati su ritmi decisamente più veloci. C’è anche qualche passaggio thrash oriented e c’è persino l’impressione che nella musica dei Coil Commemorate Enslave ci possa essere qualcosa, un singolo riff o un’atmosfera che provenga dalla scena hardcore piemontese di una ventina di anni fa. Detto questo, va specificato che lo stile della band nostrana è al 100% black metal, dalla specificità tipicamente italiana. Non solo… su questa release troviamo forse uno dei migliori brani black metal scritti negli ultimi anni da una realtà tricolore: “Amarissima Allor La Ricordanza” è assolutamente fantastica per riffing, intuizione, mood coinvolgente. E non è l’unico brano di alto livello di questa opera! Peccato soltanto che nella parte centrale l’intensità e l’originalità vengano meno e non permettano a “L’infinita Verità Del Tutto” di essere un CD memorabile. Bravo comunque il gruppo a dare il giusto sound alla propria musica in fase di registrazione, non lasciando nulla al caso. Il trio materano in chiave futura promette davvero grandi cose perchè non è facile al debutto costruire un lavoro già così complesso, carico di energie e con un riffing di così alto livello. L’invito è quello di gustarsi il buon “L’infinita Verità Del Tutto” e di attendere con impazienza la band al prossimo banco di prova.

TRACKLIST

  1. Intro
  2. Amarissima Allor La Ricordanza
  3. Chiamata Fosti Lamentata E Pianta
  4. Mia Lacrimata Speme
  5. C.C.E patr. II
  6. Il Tramonto Della Luna
  7. Amore E Morte
  8. Lentae Genistae
  9. A Se Stesso
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.