COIL COMMEMORATE ENSLAVE – The Unavoidable

Pubblicato il 05/07/2019 da
voto
7.0

E’ un mondo patinato da un velo di soffice sofferenza divenuto disincanto quello dei Coil Commemorate Enslave, un delicato dolore esistenziale mutuato da Leopardi, fonte di ispirazione primaria della band, divenuto più asettico e sbiadito nel corso del tempo. E così la progressione va verso una scala monocromatica piena zeppa di strascichi del passato, di aperture e chiusure, di un black metal sempre meno black e più votato a certi innesti post che, in realtà, non fanno che prendere in prestito reminiscenze basiche di un ascolto globale nel mondo heavy a tutto tondo. Certo, è sul black metal atmosferico che puntiamo gli occhi inizialmente ascoltando l’opera di Consalvo, qui coadiuvato dalla voce di Daniele Rini dei Ghost Of Mary, ma accordi di varia natura vanno a dettagliare perennemente i circa cinquanta minuti di questo “The Unavoidable”. E vi troviamo i momenti introspettivi di “The Dirt” che proiettano verso lidi più freddi e neri con, non a caso, “Nothing Else But Black”, in un giro di giostra nel quale il filo conduttore resta una tristezza globale, un pessimismo resosi più tangibile da un senso di ineluttabilità che pervade la composizione. Il nome che ci viene più in mente è forse quello dei Drudkh e dei progetti a loro relativi, pur sempre con quell’aura folk che si respira nelle opere di casa nostra, qui pure non mancante, dovuta anche a qualche passaggio in lingua madre. In definitiva, abbiamo un disco davvero ben fatto e che non potrà che fare breccia nel cuore degli amanti di sonorità che oltre all’aggressività introducono una buona dose di introspezione nelle proprie corde. Peccato solo per la produzione, che non esalta nel modo giusto le partiture, ma a parte questo un po’ di fiducia i Nostri la meritano tutta.

TRACKLIST

  1. Intro
  2. Anti Prophet
  3. Dirt
  4. Nothing Else but Black
  5. Nemesis
  6. E.F.S.D.
  7. The Snake and the Rope
  8. La voce
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.