CONCILIVM – A Monument in Darkness

Pubblicato il 05/04/2022 da
voto
7.5
  • Band: CONCILIVM
  • Durata: 00:38:25
  • Disponibile dal: 08/04/2022
  • Etichetta:
  • Iron Bonehead Prod.

Spotify non ancora disponibile

Apple Music non ancora disponibile

L’accoppiata band cilena / Iron Bonehead Productions faceva presagire qualcosa di altamente bestiale, ma in realtà i contenuti di “A Monument in Darkness”, primo full-length dei Concilivm, sono tutto sommato piuttosto accessibili, ammesso che si abbia una buona familiarità con il mondo death e black metal underground. Non sappiamo se questa affermazione possa venire considerata un complimento da parte del truce duo originario di Concepción, ma le trame del disco ci hanno sorpreso in primis per l’inaspettata vena melodica di alcuni passaggi, nei quali spesso si respira l’afflato swedish dei mai troppo celebrati Unanimated. Risulta curioso questo abbinamento ideato dal gruppo sudamericano, che tende a fondere una base tutto sommato rozza, anche incline a lasciarsi andare a midtempo estremamente ignoranti, con un lavoro di chitarra solista che flirta assai frequentemente con la melodia, tanto da sapere trasformare brani sulle prime molto torvi in euforiche cavalcate da cui emerge uno spiccato gusto anni Novanta. Una caratteristica a conti fatti peculiare e che è un piacere ritrovare in quasi tutto l’album, visto che è proprio da questi spunti che il suono della band decolla, affidandosi sapientemente a melodie che fischiano, gemono, tremolano e sibilano come ai bei tempi. Anche la produzione, ruvida ma nel complesso piuttosto chiara, aiuta a mettere in risalto questo suono che, come spesso avviene in questi casi, non si sa se definire black o death metal (nonostante alcuni riff ricordino non troppo lontanamente certo vecchio death metal finlandese).
Come accennato, la fama dell’etichetta e la presentazione del disco fornita da quest’ultima ci avevano predisposto a un ascolto impegnativo, all’insegna di una proposta oltranzista come da tradizione per il roster della famigerata casa discografica tedesca, invece “A Monument in Darkness” si è presto rivelato una piacevole sorpresa nel suo regalare puntualmente pillole melodiche ben calibrate che finiscono sia per fare da collante nel percorso, sia per rilanciare nuovamente la canzone quando sembra orientata verso la più scontata violenza. Dietro la loro robustezza, i brani nascondono inoltre numerosi cambi di tempo, quasi a voler spezzare il respiro di un suono originariamente pensato per essere solo abrasivo e monolitico. Una vivacità e un’energia propulsiva ben congeniate e regolarmente messe al servizio della canzone rendono “A Monument…” un album particolarmente interessante, da apprezzare nella sua interezza grazie in primis a quella curiosa vena narrativa che i ragazzi sono sapientemente riusciti a poggiare su una base estremista. Merita sicuramente un ascolto se si è appassionati di queste coordinate sonore.

TRACKLIST

  1. Cryptic Asceticism
  2. Oneiric Abyss
  3. The Veil Descends
  4. Of Gold and Silver
  5. Maleficent Creation
  6. Moonlight Nigredo
  7. A Monument in Darkness
  8. Archetype
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.