CONSUMMATION – Ritual Severance

Pubblicato il 12/03/2017 da
voto
7.0
  • Band: CONSUMMATION
  • Durata: 00:21:05
  • Disponibile dal: 13/03/2017
  • Etichetta: Invictus Productions
  • Distributore:

Fumeranno qualche erba che cresce solo dalle loro parti. Mangeranno animali portatori di una sostanza a noi sconosciuta. Saranno l’isolamento, o la latitudine. Chissà. Fatto sta che dal continente oceanico spuntano come funghi dopo abbondanti piogge gruppi dediti a forme di death-black metal contorte, visionarie, raggelanti, inclini a torturarci in viaggi sonori che sono prima di tutto esplorazioni della parte più labirintica e irrazionale della mente. Dietro ai Consummation, qui autori di un primo EP costituito da due brani-fiume di circa dieci minuti ciascuno, si nascondono membri degli Impetuous Ritual, a loro volta imparentati con i seminali, mitizzati Portal. Un giro incestuoso che da solo spiega molto dei contenuti di questa prima pubblicazione ufficiale (prima un isolato demo risalente al 2012), destinata a essere cannibalizzata di ascolti da chi è alla perenne ricerca di musica sconvolta e priva di senno. Il duo – così pare di capire dalla foto promozionale divulgata, altro come da tradizione non è dato sapere – mostra i tratti caratteristici della scena australe, della quale si comincia a percepire un mutamento nel senso della pulizia esecutiva e della definizione dei dettagli, prima sotterrati sotto coltri di caos, feedback, missaggi terroristici. Si nota un’apprezzabile fluidità d’azione in “The Weightless Grip Of Fire” e “Blighted Ovum”, che nonostante la lunghezza presentano un equilibrio instabile, ma mai disatteso, fra ferocia ferina, tecnica e un dosaggio sapiente di pathos titanico. I musicisti all’opera possiedono ottime conoscenze di tutto ciò che circola in ambienti death, black, doom, ambient, noise, e ne sperimentano gli effetti cercando di armonizzare i contenuti dei generi coinvolti in un impasto che non guardi, per una volta, ai contrasti come fonte di mero disagio e terrore, ma provi a smussarli e a creare dialoghi strumentali aventi una discreta musicalità. Non che si venga meno ad allucinata perversione e mattanze bibliche, solo che queste vanno a schiudersi a più riprese in fasi solenni, durante le quali i blastbeat e gli accumuli di riff dissonanti e fangosi si allungano e ispessiscono un colate laviche dense, che guardano quasi agli Evoken o addirittura, quando un pizzico di ariosità prende il sopravvento, a dei The Howling Void anneriti. I terremoti multidimensionali scaturiti da un masticamento ossessivo degli Immolation sono resi più digeribili da una registrazione abbastanza nitida, che mette in luce un estro chitarristico non originalissimo ma estremamente vario, camaleontico, avente il grande pregio di distendersi e ritrarsi senza incertezze, martellando con foga oppure innalzando in volute ciclopiche. L’assenza di intellettualismi e la forte concretezza fa pensare anche ai Dead Congregation, mentre l’imbastimento di cattedrali di dissonanze può condurre dritti dritti nelle fauci degli Ulcerate come in quelle, ancor più spastiche, degli Aevangelist. La ricchezza degli arrangiamenti e delle soluzioni ritmiche fa superare lo scoglio di un’originalità ancora da scovare, mentre sulla capacità di concepire canzoni di senso compiuto e che tengano avvinti dall’inizio alla fine, i Consummation si comportano già dannatamente bene. Ora che sono entrati nei nostri radar, cercheremo di tenerli d’occhio, che altro possiamo fare?

TRACKLIST

  1. The Weightless Grip of Fire
  2. Blighted Ovum
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.