CORPSESSED – Abysmal Thresholds

Pubblicato il 28/01/2014 da
voto
7.5
  • Band: CORPSESSED
  • Durata: 00:46:57
  • Disponibile dal: 04/02/2014
  • Etichetta: Dark Descent
  • Distributore:

Il classico death metal finnico è sempre stato più cupo e pesante di quello dei cugini svedesi. Ce lo ricordano i Corpsessed, che dopo un EP, “The Dagger and the Chalice”, che in verità mischiava sovente le due scuole, all’appuntamento col primo full-length sfoderano una colata di lava nerissima, che fa quasi apparire orecchiabile il lavoro precedente. Al momento non conosciamo le esatte ragioni dietro questa ostica evoluzione, ma certamente ne apprezziamo i frutti. Con “Abysmal Thresholds” i Corpsessed si inseriscono infatti nel solco tracciato dai colleghi Maveth e Desolate Shrine, tirando fuori dall’abisso un suono che non ha nulla che possa essere anche solo vagamente definito di facile presa. La proposta dei vecchi maestri Abhorrence e Demigod viene sconvolta e imbarbarita dalla scuola Incantation, le chitarre diventano turbini, la batteria incredibilmente cruda e il growling un terremotante urlo di guerra. Un suono densissimo, apparentemente fermo, ma che sa essere epico e solenne, nonchè ricco di stratificazioni e di piccoli dettagli da scoprire ascolto dopo ascolto. Non stupisce che due membri della band facciano o abbiano fatto parte dei Tyranny, realtà funeral fra le più rinomate; vi è infatti una forte anima doom alla base del progetto, nel senso che la musica, pur nella sua roboante cattiveria, non sembra incitare al pogo o a simili tipi di reazione nell’audience. Al contrario, il disco nei suoi vari capitoli risulta quasi un rituale per invocare chissà quale oscura entità: un torbido mantra circolare, che inquieta e che al tempo stesso invita alla contemplazione. Insomma, basterà ascoltare pezzi come “Transcend Beyond Human” o “The Threshold” (il disco chiude in crescendo!) per comprendere che d’ora in avanti sarà difficile paragonare ancora i Nostri a gente come i Grave! Probabilmente qualcuno rimpiangerà le sonorità più snelle degli esordi, ma a nostro avviso anche in questa veste maggiormente lugubre e imponente i Corpsessed hanno dimostrato di essere abilissimi songwriter death metal. Giusto un filo sotto i pazzeschi Maveth.

TRACKLIST

  1. Intro
  2. Of Desolation
  3. Trepanation
  4. Sovereign
  5. Necrosophic Channeling
  6. Ravening Tides
  7. Apotheosis
  8. Demoniacal Sujugation
  9. Transcend Beyond Human
  10. The Threshold
2 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.