COUNTERPARTS – The Current Will Carry Us

Pubblicato il 07/11/2011 da
voto
7.0
  • Band: COUNTERPARTS
  • Durata: 00:35:00
  • Disponibile dal: 24/10/2011
  • Etichetta: Victory Records
  • Distributore:

Rispetto al massiccio esordio “Prophets”, i canadesi Counterparts hanno corretto il tiro, abbandonando le orme metal-core di The Ghost Inside e compagnia del momento ed orientandosi verso sonorità più dolci e ariose. Hardcore song screziate di melodia e qualche tecnicismo, le canzoni di “The Current Will Carry Us” scorrono arrembanti su pattern ritmici spezzati e continui ricami di chitarra solista, strizzando l’occhio sia al metal-core emotivo e cerebrale di Shai Hulud e Misery Signals, sia a quelle sonorità oggi tipiche dell’area di Boston. Più heavy e moderni delle cosiddette melodic hardcore band e meno narcolettici di tanti degli ultimi esponenti metal-core, i cinque confezionano undici tracce pregne di languide atmosfere: nenie per quegli hardcorers dal cuore sì tenero, ma ai quali l’accostamento a certa melassa emo/screamo d’oggigiorno sta giustamente stretto. Brani viscerali e che creano intimità, in cui però non mancano affatto mordente e impetuosità, grazie al continuo apporto di uno screamer che non si risparmia un secondo e di una sezione ritmica sempre aggressiva. Detto poi di un comparto chitarristico che appunto produce linee melodiche e intrecci a profusione, dietro rotte care anche a realtà come It Prevails o Hundredth nei saliscendi emozionanti, si giunge alla conclusione di trovarsi di fronte ad un bel lavoro, che tocca numerose sponde mantenendo però una coesione e una continuità a livello qualitativo niente male. Per chi in campo hardcore moderno cerca qualcosa in più delle solite partiture mosh, quello dei Counterparts è un nome di cui tenere conto.

TRACKLIST

  1. The Disconnect
  2. I Am No One
  3. The Constant
  4. MMVII
  5. Optimist
  6. Jumping Ship
  7. Pedestal
  8. Thank God
  9. Uncertainty
  10. Sinking
  11. Reflection
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.