CRADLE OF FILTH – Bitter Suites To Succubi

Pubblicato il 01/08/2001 da
voto
7
  • Band: CRADLE OF FILTH
  • Durata:
  • Disponibile dal: //2001
  • Etichetta:
  • Distributore: Edel

AbraCadaver è l’etichetta personale dei Cradle Of Filth, sotto la quale è stato pubblicato questo “Bitter Suites to Succubi, Ep di transizione che precede l’entrata del gruppo nella scuderia Sony Reocords, label che pubblicherà il nuovo full lenght dei sei vampiri. La miscela vincente è sempre la stessa: atmosfere oscure e maligne perfettamente amalgamate con sfuriate nel segno del black metal tipiche degli esordi della band. I vari avvicendamenti nella line-up non sembra aver tolto lo smalto all’affiatamento del gruppo, che declama la propria potenza e maestosità nella stupenda “Born In A Burial Gown”, song che dopo un sinistro inizio esplode in una violenta orgia di suoni, sui quali prevale la solita infernale voce di Dani Filth. I fans dei Cradle Of Filth sono sicuramente a conoscenza di come Dani segua con costante interesse la scena gothic metal, i cui tratti somatici sono stati utilizzati nella breve ma intensa “No Time To Cry” in cui, se da un lato si mantiene il classico stile della band, dall’altro viene aggiunto un tocco di moderno stile gotico che oggi sta riscuotendo molti consensi. Se pensate che le sorprese siano finite vi sbagliate, perchè vi aspettano una riuscita “No Time To Cry”, cover dei Sister Of Mercy, più diversi rifacimenti di vecchi anthems come “The Principle Of Evil Made Flesh” o “The Black Goddess Rises”, più elaborate sotto l’aspetto esecutivo, meno grezze rispetto alle versioni originali. Nonostante non abbia trovato nessuna canzone in grado di definirsi un capolavoro (come “The Forest Whispers My Name” o “Queen Of Winter, Throned”), non posso che constatare la buona saluta di cui gode la band. Se è vero che al Gods Of Metal sono rimasto deluso dalla prestazione dei vampiri, in parte dovuta ai suoni non all’altezza, devo però ammettere che rimango sempre catturato salle perverse soluzioni compositive che Dani e compagni riescono ad inventare. In attesa del nuovo disco, gustatevi pure questo piccolo, grande assaggio.

TRACKLIST

  1. Sin Deep My Wicked Angel
  2. All Hope In Eclipse
  3. Born In A Burial Gown
  4. Summer Dying Fast
  5. No Time To Cry
  6. The Principle Of Evil Made Flesh
  7. Suicide And Other Comforts
  8. Dinner At Deviant's Palace
  9. The Black Goddess Rises II
  10. Scorched Earth Erotica
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.