CREMISI – Dawn Of A New Era

Pubblicato il 20/08/2019 da
voto
6.5
  • Band: CREMISI
  • Durata: 00:49:00
  • Disponibile dal: 14/06/2019
  • Etichetta: Volcano Records
  • Distributore:

Pronti per il debutto i Cremisi, band in arrivo dall’Emilia Romagna, tra Bologna e Ravenna, e votata verso sonorità di stampo epico con forti influenze che vanno a pescare dal mondo viking e folk. “Dawn Of A New Era” è il nome scelto per questo debutto nel quale si va a raccontare del Rinascimento Italiano seguendo eventi storici come il viaggio di Cristoforo Colombo, la caccia alle streghe da parte dell’Inquisizione fino allo scontro navale di Lepanto che vedeva coinvolte le forze musulmane contro la Lega Santa. Pur trattandosi di un disco d’esordio, il prodotto è piuttosto curato a partire dall’attenzione riservata ai testi passando per la produzione, per la quale la band si è affidata ad un esperto in materia come Sebastian Levermann (Orden Ogan) e ad i suoi studio in Germania. I Cremisi si lasciano spesso andare a momenti folkeggianti con l’utilizzo della chitarra acustica, ma non disdegnano qualche esplosione rabbiosa caratterizzata da ritmi esasperati con la batteria a battere forte accompagnata da decisi riff di chitarra, mentre il cantato è sempre pulito e non lascia spazio al growl. Un chiaro esempio di tutto questo è proprio “The Black Death”, che tratta della peste nera e che dopo una partenza di stampo sinfonico si sprigiona in una improvvisa scarica di potenza di scuola death metal che ci accompagna fino alla title track, dove sono sonorità maggiormente folkeggianti a farla da padrone, insieme ad atmosfere oscure, tra echi di Eluveitie, Orden Ogan, Ensiferum e Blind Guardian. Questi ultimi sembrano essere fonte di grande ispirazione soprattutto per quanto riguarda il cantato di Davide Tomazzoni, che con la sua voce si muove come un menestrello creando melodie armoniose ricordando appunto lo stile di Hansi Kursch. La cosa è piuttosto evidente durante le note di “Confession”, pezzo dinamico che alterna anch’esso momenti più riflessivi a ripartenze furiose. L’epicità più estrema si abbatte forte con i cori anthemici di “Battle Of Lepanto”, mentre la conclusiva “On The Moon” si muove per oltre sei minuti su atmosfere malinconiche ed epiche con le note del pianoforte ad intervallarsi con accelerazioni possenti fino ad arrivare ad un bel chorus capace di attirare subito l’attenzione.
“Dawn Of A New Era” presenta diversi elementi che non sempre riescono a combinarsi nel miglior modo e a lasciare il segno con una formula – quella di alternare all’interno dello stesso brano momenti soft ad esplosioni sonore – che alla lunga può diventare scontata. Ma la proposta dei Cremisi, pur risultando ancora un po’ acerba, è senza dubbio interessante; la band mette in mostra un’intenzione chiara di voler esplorare ogni sfaccettatura all’interno dell’universo metallico, senza inutili barriere e mostrando alcuni ottimi spunti. Solo il futuro ci dirà se l’audacia di questi ragazzi verrà premiata.

TRACKLIST

  1. Dark Winds
  2. The Black Death
  3. Dawn of a New Era
  4. Captain's Log
  5. Confession
  6. In the Name of the Lord
  7. Waves of Sorrow
  8. Battle of Lepanto
  9. The Hanged Man
  10. On the Moon
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.