CREST OF DARKNESS – Evil Knows Evil

Pubblicato il 26/04/2004 da
voto
5.5
  • Band: CREST OF DARKNESS
  • Durata: 00:45:00
  • Disponibile dal: 21/04/2004
  • Etichetta: My Kingdom Music
  • Distributore: Masterpiece

Spotify:

Apple Music:

Da sempre band difficilmente inquadrabile negli scompartimenti blindati del metal estremo, i Crest Of Darkness con il passare del tempo accentuano questa loro vocazione per uno stile indefinibile, pregno di influenze, ma dalla forma e dai contorni sfumati. Il trio norvegese emerse in maniera abbastanza prepotente nel 1999 con il fresco “The Ogress”, un miscuglio extreme metal molto ben assemblato e dal sound estremamente moderno e futurista. Dopo un altro album pubblicato nel 2000 sotto Listenable Records un lungo silenzio di quattro anni, sino ad arrivare a questo nuovo “Evil Knows Evil”, patrocinato dalla nostrana My Kingdom Music. La pausa non ha giovato troppo ai norvegesi, che hanno perso un certo ‘ritmo’ e la capacità di soggiogare tutte le svariate influenze che da sempre minano la coesione compositiva della band. Si passa con disinvoltura da parti thrash abbastanza contorte a passaggi death metal (non troppi per la verità), a sfuriate black (molto bella quella a fine “Chapter One”). Ma il tutto non si esaurisce qui: il songwriting della band è nervosissimo e va spesso a pescare fuori dai soliti cliché del metal estremo. A tutto questo bisogna aggiungere qualche saltuaria intromissione di tastiere dai suoni molto futuristi (cosa che ha sempre caratterizzato la band). In alcuni momenti si sconfina persino in campi già sondati da Voivod e Prong in passato, e questo solo per dare l’idea del coacervo musicale presente in questo camaleontico “Evil Knows Evil”. La band, satanista che aderisce ai dettami di Anton La Vey, non è capace di confezionare una canzone con una propria identità, ma ci sono tanti brani dalle multiformi nature accostati nella medesima song. Questa concezione dinamica, ma poco fluida, della musica non aiuta l’ascoltatore che si ritrova così disorientato da un muro sonoro indefinibile. Non sempre i cambi di ritmo e atmosfera sembrano compatibili e certe scelte andrebbero di certo riviste. “Black Hole Mystery” è abbastanza decifrabile, forse la song più black metal oriented di tutto l’album, ma si tratta di un episodio in un mare di idee sparpagliate da un vento furioso. La produzione è buona, anche se è complice nell’astrarre ancor di più la musica dei Crest Of Darkness, già di per se stessa inafferabile. C’è qualche buon riff ogni tanto, ma tutto sembra troppo precipitoso: tante idee non sempre fanno buona una sostanza. Con il passare dei minuti si fa avanti una vena thrash piuttosto evidente e che ricorda in particolare qualche vecchio lavoro dei Destruction (influenza difficile da individuare perché va ricercata sotto vari strati musicali diversi presenti nel DNA della band), ma è soprattutto un compiacente assenso ad influssi rock a minare la già precaria stabilità sonora del trio norvegese. Un cd che in definitiva convince solo a metà e a sprazzi, troppo poco però per passare la prova o per essere etichettato come ‘geniale’. Ai Crest Of Darkness, dopo tanta assenza, serve un bel rodaggio e la forza di incanalare in maniera più convinta le svariate influenze musicali, perché quello che “Evil Knows Evil” sa trasmettere è solo una sensazione di disturbo e smarrimento. Un gruppo succube della propria creatività.

TRACKLIST

  1. Chapter One
  2. Inexplicable Bloodthirstiness
  3. From The Shadows
  4. Black Hole Mystery
  5. Power Of Hate
  6. The Lust
  7. As A Part Of Your Universe
  8. Cosmic Terror
  9. The Greatest Gift (instrumental)
  10. Warhead 666
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.