CRIMFALL – As The Path Unfolds…

Pubblicato il 20/03/2009 da
voto
7.0
  • Band: CRIMFALL
  • Durata: 00:46:47
  • Disponibile dal: 25/02/2009
  • Etichetta: Napalm Records
  • Distributore: Audioglobe

Pensate ad un sound dove una voce femminile operistica in stile Nightwish, Epica o After Forever incontri il folk metal estremo con cantato in scream di band quali Finntroll o Turisas e le orchestrazioni pompose di questi ultimi o dei più noti Therion o Rhapsody. Se la cosa vi incuriosisce, allora dovreste almeno dare un ascolto a questo “As The Path Unfolds, debutto discografico dei finnici Crimfall. Il gruppo è attivo da soli due anni ed è composto da tre elementi: il chitarrista/tastierista nonché mastermind Jakke Viitala, la cantante Helena Haaparanta e il vocalist Mikko Hakkinen. Ben cinque altri musicisti hanno partecipato alle registrazioni del lavoro, tra cui un fisarmonicista, un violoncellista, un violinista, il batterista dei Naildown, Janne Jukarainen e il bassista di Fintroll e Moonsorrow, Henri Sorvali. “As The Path Unfolds” è, come anticipato ad inizio recensione, un disco variegato e in grado di suscitare varie emozioni nell’ascoltatore, passando da momenti più epici ed evocativi contornati da sinfonie da colonna sonora cinematografica, ad altri in cui il sound si indurisce e si fa più estremo, fino a distensive aperture melodiche dove sono le angeliche linee vocali femminili le vere protagoniste. L’alternanza tra questi elementi è quello che caratterizza già i primi brani in tracklist, ossia la maestosa intro orchestrale “Neothera Awakening” e “The Crown Of Treason”, dove tutto è giocato su cambi di tempo, cori epici, sul contrasto tra le due voci e dove trova spazio anche un intermezzo folkloristico. “Wildfire Season” è invece l’espressione ideale di come la componente folk e etnica sia integrata nel sound a sprazzi estremo dei Crimfall, e anche in questo caso notiamo un bello stacco centrale dove le sinfonie creano un’atmosfera molto evocativa. Nota particolare per le belle melodie arabeggianti di “Ascension Pyre”, valorizzate da un’ottima produzione e una cornice orchestrale che dona profondità al suono. Più catchy invece come melodie e chorus “Shadow Hearth”, anche se notiamo come generalmente i ritornelli cantati in voce femminile non siano ancora ispirati tanto quanto quelli delle band con cantato femminile precedentemente citate, e questo è il principale aspetto sul quale la formazione finlandese può migliorare. Analizzando invece il lavoro nel suo complesso è comunque evidente che i Crimfall abbiano già maturato una certa capacità compositiva e una cura non comune per dettagli e arrangiamenti. Questo album di debutto lascia dunque ben sperare per il futuro di questa giovane band.

TRACKLIST

  1. Neothera Awakening
  2. The Crown Of Treason
  3. Wildfire Season
  4. Where Waning Winds Lead
  5. Sun Orphaned
  6. Ascension Pyre
  7. Shadow Hearth
  8. Non Serviam
  9. Aubade
  10. Hundred Shores Distant
  11. Novembre
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.