CRIMINAL – No Gods No Masters

Pubblicato il 17/02/2004 da
voto
5.0
  • Band: CRIMINAL
  • Durata:
  • Disponibile dal: 23/02/2004
  • Etichetta: Metal Blade Records
  • Distributore: Audioglobe

Strana storia quella dei Criminal: in Cile, la loro patria, sono quasi delle rock star mentre in Europa (e si presume nel resto del mondo) sono una band praticamente sconosciuta, forse nota a solo ai più attenti fan della scena estrema. Sembra essere servito a poco il trasferimento dei nostri in Inghilterra, luogo nel quale la band vive ormai da un paio d’anni con la speranza di far girare meglio il proprio nome nel vecchio continente e dove ha registrato questo nuovo “No Gods No Masters”, quarto album della carriera. Ciò che ci propongono i Criminal nel 2004 è un thrash-death piuttosto canonico, reso un attimino più vivace dall’utilizzo di tastiere in sottofondo e in alcuni break melodici. I succitati passaggi sono però rintracciabili in pochissimi pezzi e questo è senz’altro un male essendo davvero l’unica cosa degna di nota di questo “No Gods No Masters”, una raccolta di undici canzoni che stentano a decollare a causa di una scontatezza di fondo estremamente fastidiosa e di una produzione tutt’altro che esemplare. A più riprese si odono echi dei primi Machine Head e dei Sepultura di metà carriera ma i riff qui proposti non possiedono un briciolo della carica e dell’immediatezza di questi maestri. Giusto “Downfall” si fa segnalare per il suo sognante stacco centrale, tutto il resto scorre lasciando poco o nulla nell’ascoltatore. Di certo ai Criminal servirebbero maggiore ispirazione e una produzione più nitida per risultare un po’ più interessanti, entrambe cose che al momento mancano in modo evidente. Di musica così priva di mordente e di energia non si sente proprio alcun bisogno.

TRACKLIST

  1. Aberration
  2. Consumed
  3. No Return
  4. Deconstruction
  5. Violent Change
  6. Tidal Wave
  7. Downfall
  8. Idol
  9. Dark Half
  10. Faceless
  11. Heresy ( Bow To None )
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.