CRIMSON WIND – Wings Of Salvation

Pubblicato il 21/04/2011 da
voto
7.0
  • Band: CRIMSON WIND
  • Durata: 00:47:15
  • Disponibile dal: 25/03/2011
  • Etichetta: Rock It Up Records
  • Distributore:

Ma chi sono questi CrimsonWind? Un nuovo progetto con Tiranti alla voce? Anche se in molti si porranno questa domanda ascoltando il loro debutto “The Wings Of Salvation”, la risposta è un bel ‘no’. Perché, nonostante la somiglianza che definiremmo incredibile con il cantante dei Labyrinth, ai microfoni di questo gruppo siciliano troviamo invece Alessio Taormina, giovane promessa locale in forze anche ai più affermati Thy Majesty, il quale con una prestazione vocale in linea con quelle del già citato Tiranti porta avanti con fierezza le sorti musicali di un album che di buona musica ce ne riserva comunque parecchia. Definibile come appartenente al genere power metal, ma fortunatamente privo della fiacchezza e della ripetitività che spesso affossa molte delle uscite power, “The Wings Of Salvation” si pone come ponte ideale tra le tendenze più progressive dei Labyrinth o dei Vision Divine e l’approccio più robusto e sinfonico degli Highlord, per un risultato finale sicuramente apprezzabile, sopratutto considerato che si tratta appunto di un debutto e di un concept album di stampo intimista riguardante un uomo e la propria personale analisi di coscienza. Gli elementi per produrre un buon album c’erano dunque tutti, e i cinque musicisti non si lasciano certo sfuggire l’occasione, incidendo circa tre quarti d’ora di ottima e varia musica, che alterna bei momenti acustici e strumentali ad opera del bravo ‘Izzy’ Bonura con altri momenti più veloci e trascinanti, nei quali una buona base ritmica regge degnamente il tessuto per le accattivanti melodie ad opera del già citato Taormina, bravo a volare alto su tonalità anche molto acute. Tra i momenti migliori di quest’album si possono citare la speed song “Hold To Your Dreams” e anche la più rocciosa “Mask Of Hatred”, che nei minuti iniziali riporta alla mente da vicino alcune melodie prese direttamente del periodo migliore dei Vision Divine, quello di “Stream Of Consciousness”. Con la sola eccezione del lento “Slave to Your Memory”, non salvato dal suo ruolo di riempitivo da una prestazione comunque ottima di Taormina, il disco non presenta particolari punti deboli. Non siamo in grado di gridare al capolavoro, trattandosi comunque di una band che, nonostante l’esperienza maturata da alcuni membri in altre realtà più o meno note, deve ancora percorre un po’ di strada prima di crearsi un nome, ma certamente possiamo dire che i CrimsonWind non potevano iniziare la propria carriera in modo migliore. Aspettiamo conferme adesso, sia dal vivo che con una prossima uscita…

TRACKLIST

  1. Intro
  2. Abyss Of Fire
  3. Endless Deja Vù
  4. Hold To Your Dreams
  5. Mask of Hatred
  6. Slave To Your Memory
  7. Rain From The Universe
  8. The Crimson Stains
  9. Awakening (instr)
  10. Rebirth
  11. Wings Of Salvation
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.