CRIPPLE BASTARDS – Misantropo A Senso Unico

Pubblicato il 30/03/2001 da
voto
8.5
  • Band: CRIPPLE BASTARDS
  • Durata: 00:30:00
  • Disponibile dal: //2001
  • Etichetta:
  • Distributore:
I Cripple Bastards sono negativi, sono feroci, sono impietosi, sono belve cresciutea bastonate e sputi che escono dalle gabbie. L’utente è invitato a dimenticarsi il concetto di “musica estrema”, forse anche quello di “musica” e basta. “Misantropo a senso unico” è un disco anti-umano, ad ogni colpo di rullante corrisponde una purulenta cancrena di cinismo e odio. Non è niente di paragonabile a quanto un qualsiasi appassionato del cosiddetto “metal estremo” (su quale pianeta, poi,i Dimmu Borgir siano estremi mi deve ancora essere spiegato) si può figurare. E’ un incesto fra il grind dei primissimi, seminali Carcass, il crust core più oltranzista e certe cose dei Brutal Truth. Ok, ma “Misantropo…” è molto più del suo contenuto musicale; è un’alchimia, una sintesi coerente di frustrazioni, odio, lirismo nichilista addizionato ad una ritrovata musicalità. Ritrovata perchè i Cripple Bastards sono in giro dall’ ’88, hanno prodotto una quantità disumana di demo, split tapes, 7″ ed altro ancora. Hanno raggiunto, attraverso cassettine del tutto indecifrabili ed anti-musicali, promozioni nei posti più sperduti e terremotanti concerti, una notorietà che vale forse un decimo del loro reale valore. Ecco dunque il loro secondo full length, che segue “Your Lies in Check”, un lavoro apprezzabilisimo, seppur a tratti troppo criptico in alcuni parossismi musicali. “Misantropo…”, al contrario, è praticamente inattaccabile. Compattissimo nel suo mix senza ritegno di tutto ciò che è oltranzista, fino a sfiorare, da un lato, un certo thrash tedesco degli ’80 (Sodom, Destruction…), e dall’altro sonorità hardcore del tutto italiane (Indigesti, Negazione). Incredibile la voce di Giulio, spesso DISUMANA, strozzata, agonizzante; notevole, notevolissimo, il contenuto lirico, le parole, per la prima volta completamente in italiano, che Giulio “ilbastardo” tira fuori dalla sua ispiratissima penna sono pallottole di odio sincero;”Cellule imbevute di odio”, le definirebbe l’autore… Un lavoro difficilissimo, spigoloso anche per i più “estremi” di voi.
“Il cinismo e la sociopatia sono il sole sul deserto che ho in me” – da “La repulsione negli occhi”

TRACKLIST

  1. Misantropo a senso unico
  2. Non servire a niente (E' la tua sorte)
  3. Il sentimento non è amore
  4. Morte da tossico
  5. Rapporto interrotto
  6. Nascere per violentarsi
  7. La repulsione negli occhi
  8. Sbocco nichilista
  9. Dio è solo merda
  10. Il tuo amico morto
  11. Quasi donna...femminista
  12. Sogno un mondo senza...
  13. Peso inutile
  14. Il grande silenzio
  15. Conclusione
  16. 94x Flashback di un massacro.
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.