CROSSFAITH – Species

Pubblicato il 24/05/2020 da
voto
6.5
  • Band: CROSSFAITH
  • Durata: 00:17:30
  • Disponibile dal: 22/05/2020
  • Etichetta:
  • UNFD

Spotify:

Apple Music:

A quasi due anni di distanza dal non eccelso “Ex-Machina”, e dopo la cancellazione della data milanese causa COVID-19, tornano con un nuovo EP di cinque tracce i nipponici Crossfaith, pesi massimi dello zarro-metal in tutte le sue declinazioni. Come da tradizione, anche questo “Species” in poco più di un quarto d’ora mostra diverse sfaccettature della formazione giapponese, più o meno riusciti a seconda dei casi. L’opener “Digital Parasite”, scelta anche come primo singolo, è il classico pezzo electro-core levigato al punto giusto ma che lascia un po’ di amaro nell’orecchio, come se il pezzo fosse sempre sul punto di esplodere ma senza mai prendere il volo. Decisamente più interessanti appaiono lo strobo-core di “Endorphin”, con una nitro-scarica di techno-beat nel motore ritmico e la conturbante presenza di voci femminili artificiali, e il gangsta-core di “None Of Your Business”, grazie alla feature del rapper nippo-coreano Jin Dogg. Se questi sono indubbiamente i due episodi migliori dell’EP, ideale sfondo rispettivamente per un’ambientazione cyber-punk e Tokyo Drift, un like lo merita anche la più lineare “Truth Of Insanity” (sulla falsariga dell’opener, ma con un refrain più riuscito), mentre la conclusiva “Your Song” è sì carina, ma un po’ telefonata, a conferma di come l’abito da ‘Linkin Park dagli occhi a mandorla’ stia un po’ stretto al quintetto di Osaka. Al netto della prima traccia, quattro episodi diversi tra loro, ma che lasciano ben sperare in vista del nuovo full-length, sperando che, a differenza di quanto accaduto in passato, non si tratti di un semplice allungamento del brodo già gustato.

TRACKLIST

  1. Digital Parasite
  2. Endorphin
  3. Truth Of Insanity
  4. None Of Your Business
  5. Your Song
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.