CROSSING ETERNITY – The Rising World

Pubblicato il 17/06/2018 da
voto
7.0
  • Band: CROSSING ETERNITY
  • Durata: 01:00:20
  • Disponibile dal: 15/06/2018
  • Etichetta: Rockshots
  • Distributore:

Anche se il nome della band è nuovo i membri dei Crossing Eternity sono musicisti professionisti con trent’anni d’esperienza sul campo. Lo scopo principale della band è espandere i propri confini musicali e diffondere un po’ di sana musica della vecchia guardia. Nel corso dell’opera si può apprezzare come in molte delle liriche esposte ci siano richiami ad un heavy metal classico: i testi diventano un’estensione naturale del loro stile e delle loro radici musicali, talvolta riconducibili allo quello tipico di Saxon o Dio per intenderci. Altre volte, invece, parlano del lato più scuro e menzognero del mondo o ancora narrano di personaggi magici fiabeschi. Non mancano brani che entrano più nel profondo dando una visione, ormai matura, della natura umana e delle dinamiche delle loro interazioni. Passando al lato prettamente musicale si può dire che il trio romeno-svedese in questo “The Rising World” mescola elementi del metal moderno, come la veloce “Journey To The End Of Dreams”, con passaggi sonori dai tratti psichedelici che rimandano alla musica rock degli anni Settanta ed una vena folk che caratterizza molti riff come quello di “War Of Gods”. L’album contiene tredici canzoni che oltre all’epicità mostrano le doti di composizione ed arrangiamento di Manu Savu (nel disco suona chitarra, tastiera e basso) in grado di creare brani che denotano una certa varietà ritmica e melodica pur mantenendo un sound omogeneo tra le tracce. Più nello specifico nella tracklist spiccano “Ghost Of A Storm” e “Kingdome Come”. La prima per la sua facilità d’ascolto e d’assimilazione, brano deliziosamente catchy. La seconda per quel suo flauto nei passaggi tra le varie sezioni, molto Ian Andersen, ma soprattutto per il suo ritornello bello aperto e arioso, molto moderno. Oltre a creare questi pregevoli contrasti tra periodi e stili musicali il trio va fino in fondo nella loro scelta di genuinità musicale. Infatti per la registrazione del loro primo album i componenti della band hanno puntato ad un sound organico e old-school, rifiutando la tentazione di un disco sovraprodotto. Scelta tanto apprezzata quanto azzeccata perché in questo modo siamo in grado di goderci appieno le sensazioni, le emozioni e, ovviamente, le capacità tecniche dei musicisti che danno vita a questo full-length. La lezione dei Crossing Eternity è che non è mai tardi per iniziare un nuovo percorso musicale, come non lo è mai per sperare. E noi speriamo in un seguito per questo progetto quantomeno pregevole come questo “The Rising World”.

TRACKLIST

  1. Crossing Eternity
  2. Ghost Of A Storm
  3. Sand In The Sky
  4. High Above The Crown
  5. Kingdome Come
  6. Embrace Your Voices
  7. Journey To The End Of Dreams
  8. Winter Poem
  9. Haunted
  10. Dreams Fall
  11. Angles Cry, Rainbows Hide
  12. Spirit Of The Forest
  13. War Of Gods
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.