CRYPTIC FOREST – Ystyr

Pubblicato il 10/09/2013 da
voto
7.5
  • Band: CRYPTIC FOREST
  • Durata: 00:47:48
  • Disponibile dal: 16/08/2013
  • Etichetta:
  • Einheit Produktionen
  • Distributore: Audioglobe

Spotify:

Apple Music:

Se avete amato in modo particolare “At The Heart Of Winter” degli Immortal e speravate che il loro ultimo “All Shall Fall” avesse un po’ più di grinta e qualche riff black metal in evidenza in più, allora provate ad ascoltare i Cryptic Forest. Avrete un’ottima sorpresa. Dopo un EP pubblicato nel 2011 i tedeschi si presentano con un album a dir poco esplosivo: “Ystyr”! Release piuttosto inedita per un’etichetta votata alla causa del pagan/viking metal come la Einheit Prod., ma se il fiuto di talent scout della label teutonica per le black metal band è questo, allora ben venga il suo ampliamento verso altri sottogeneri extreme metal. I suoni sono ruvidi e graffianti, le sfuriate tipicamente black sono glaciali, ma c’è anche tanta potenza nel sound di questa promettente band. La produzione è assolutamente perfetta, capace di dare tanta energia al sound dei Cryptic Forest, ma riuscendo anche a non intaccare la rasoiata gelida del suono perfetto per una release black metal. Ovviamente il cantato screaming non è uguale a quello di Abbath degli Immortal, ma sarebbe stato troppo. Ed è meglio che in effetti sia differente, perché complessivamente i Cryptic Forest si discostano per certi aspetti dal sound Immortal mettendoci non poca personalità. Da sottolineare è l’uso intelligente che il gruppo fa delle tastiere, capaci di incrementare l’atmosfera invernale del CD senza trasformare il trademark del gruppo da aggressivo a sviolinato. Qui non ci sono melodie gratuite per addolcire la proposta. Un brano che concede qualcosa a delle melodie epiche senza per questo essere meno violento degli altri è proprio la titletrack, in cui la band mette in atto un buon connubio di black metal ruvido con qualche influenza thrash metal a delle linee melodiche affini al viking/black metal. Il gruppo mantiene integro il proprio stile su tutta la release così che questa si presenti come un muro sonoro omogeneo e devastante, ma al suo interno i singoli mattoni sui quali è costruita abbiano ciascuno la propria peculiarità. “Crown Of Ice” è una delle poche canzoni che parte lenta ed è impreziosita da una linea di chitarra semplicissima quanto stupenda e vagamente malinconica: qui i Cryptic Forest dimostrano di avere talento anche limitandosi a fare le cose semplici e minimali. Il loro senso del ritmo li fa marciare spediti e disinvolti e così le canzoni si piegano al loro volere, sviluppandosi in modo armonioso. Doti davvero ottime per una band che, lo ripetiamo, è al suo debutto su lunga distanza. Bella anche “King Of Cryptic Forest” che si basa principalmente su un arpeggio fatto con i suoni puliti e nello stile ricorda non poco quanto fatto in passato dai grandi Lord Belial. Meno violenti degli Immortal, ma anche più ricchi di atmosfere, i Cryptic Forest grazie al loro black metal dall’impostazione thrash metal si presentano alla grande al pubblico internazionale. Almeno un ascolto lo meritano: non avrete perso il vostro tempo.

TRACKLIST

  1. Heralding Bleakness
  2. Winterstorms
  3. Throne Of Fire
  4. Ystyr
  5. Call To War
  6. Crown Of Ice
  7. King Of Cryptic Forest
  8. Smoldering
  9. Creatures Of The Dark
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.