CRYSTAL BALL – Hellvetia

Pubblicato il 22/10/2003 da
voto
8.5
  • Band: CRYSTAL BALL
  • Durata: 00:54:04
  • Disponibile dal: 10/11/2003
  • Etichetta: Nuclear Blast
  • Distributore: Audioglobe

La band svizzera giunge alla quarta release nel giro di quattro anni, sfornando una manciata di canzoni di primissima qualità, che pescano direttamente dalle sonorità cromate proposte dalle rock band negli anni ’80. Fortunatamente le composizioni sono personali, ed evitano di riciclare idee già ampiamente sfruttate da act che hanno riscosso giustamente un notevole successo negli anni precedenti. La title track apre ottimamente il disco, introdotta curiosamente da uno iodelei, che momentaneamente lascia di stucco… ma poi ogni dubbio svanisce quando un riffone di chitarra, alquanto energico e azzeccato, fa capire di che pasta è fatta la band: la ritmica è precisa e compatta, le tastiere si amalgamano alla perfezione con le partiture di chitarra e la prestazione vocale del singer Mark Sweeney è notevole, e in tal modo dimostra di essere un cantante che non ha nulla da invidiare ad alcuni colleghi più in vista ma meno espressivi. “Forever And Eternally” è giocata su un ottimo riff di chitarra spento da magniloquenti tastiere, accompagnate da un ottimo giro di basso, sfociando in un chorus melodico e vincente. Con “In My Life” ritorna lo spettro dei grandiosi e sottovalutati Steelheart ipoteticamente congiunti con i Whitesnake più commerciali, e mi preme sottolineare in questa sede l’ottimo lavoro di tastiere che, pur essendo relegato in secondo piano, dona maggior corpo alle canzoni presenti nel disco. “Last Dance” è un roccioso e accattivante mid tempo, stemperato da inserti melodici all’altezza del ritornello, mentre “Pictures Of Love” è la canzone che più convince di questo platter, dato che ricorda parecchio le atmosfere dei Kiss più commerciali (“Crazy Nights” era), dove è presente anche un ottimo solo di chitarra eseguito con gran gusto e precisione. Poco convincente risulta la ballad strappalacrime “Wasn’It Love”, track canonica che non spicca il volo, emozionando davvero poco. Ma questo piccolo neo non compromette il risultato di questo lavoro… non resta altro da fare, quindi, che candidarlo per il titolo di migliore uscita nel campo melodic hard rock del 2003. Da avere, per ogni rocker che si definisca tale.

TRACKLIST

  1. Hellvetia
  2. Forever And Eternally
  3. My Life
  4. Last Dance
  5. Opposites Attract
  6. Want It All
  7. One Day At A Time
  8. Pictures Of Love
  9. Misery Needs Company
  10. Bird On A Wire
  11. Wasn´t It Love
  12. Seeing Is Believing
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.