CRYSTAL EYES – Killer

Pubblicato il 12/08/2014 da
voto
7.0
  • Band: CRYSTAL EYES
  • Durata: 00:39:23
  • Disponibile dal: 25/07/2014
  • Etichetta: Massacre Records
  • Distributore: Audioglobe

Non confondetevi se non li avete mai sentiti prima, ma i Crystal Eyes non sono come si potrebbe pensare una giovane band di metal classico al debutto. Si parla invece di una realtà quasi storica, formatasi agli inizi degli Anni ’90 e costituita da veterani del power/heavy europeo. Svedesi di origine, entrano però sul mercato col primo full-length solo nel 1999, e al debutto fanno seguire un certo numero di album con buona cadenza, fino a che l’abbandono dei membri fondatori (il vocalist Mikael Dahl e il chitarrista Niklas Karlsson) non finì per minare la stabilità del gruppo, che per ben sei anni sembrò scomparire dalla scena. Tornano ora nel 2014 con un nuovo disco, ma sopratutto con i due esuli nuovamente al loro posto, mossa che convince i Nostri a cercare di recuperare grazie alla vecchia line-up il sound degli album più vecchi. Una manovra sicuramente ben riuscita, dato che questo “Killers” è il classico album che si riascolterebbe anche cinque volte di seguito, un album di quelli che una volta finito non fa disdegnare di pigiare di nuovo ‘play’. Non stiamo parlando di un capolavoro e nemmeno di un prodotto particolarmente originale (la somiglianza di alcuni passaggi al sound degli Iron Maiden sfiora davvero il plagio…), ma dobbiamo ammettere che siamo in presenza di un album che fa di tutto per farsi piacere e ci riesce peraltro senza nemmeno troppe difficoltà. In effetti, è nella capacità sempre più rara di intrattenere grazie a stilemi e clichè vecchi magari di 20 anni, ma riproposti in modo da sembrare ancora attuali che risiede la forza dell’album. L’opener e title-track “Killer” ci parla proprio di questo: è un brano smaccatamente simile nella struttura e negli intenti allo storico “Aces High”, ma che dopo solo qualche minuto ci fa però parzialmente dimenticare dell’eccessiva somiglianza e ci fa concentrare solo sul bel ritornello e sullo snello incedere delle chitarre. “Hail The Fallen” visita lidi molto consoni al power tedesco, e lo fa chiamando in causa ovviamente Helloween e Blind Guardian; ma anche in questo caso la vincente linea vocale si rivela vera dinamite: impossibile non restarne attratti. Questo è un discorso che nel disco vale per tutte le canzoni, sia per il pugno di speed song presenti (“Warriors”, “Dogs On Holy Ground”) sia per quei frangenti più rallentati, trai quali citiamo la bella ballad “Dreamers On Trial” e la frizzantissima “Spotlight Rebel”, che esplora non distanti territori hard rock. E’ vero, non hanno inventato niente neanche stavolta e probabilmente piaceranno solo a chi adora il metal classico, ma per i cultori di questo particolare genere “Killer” rappresenta appunto il classico album inatteso e prezioso, veramente grande sotto il profilo dell’intrattenimento puro. Noi il sette in calce glie lo diamo con gran gioia, sicuri che i defender presenti tra di voi condivideranno il nostro entusiasmo per queste semplici ma irresistibili canzoni…

TRACKLIST

  1. Killer
  2. Warrior
  3. Hail The Fallen
  4. Solar Mariner
  5. Forgotten Realms
  6. Spotlight Rebels
  7. The Lord of Chaos
  8. Dreamers On Trial
  9. Dogs On Holy Ground
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.