CYHRA – No Halos In Hell

Pubblicato il 20/11/2019 da
voto
7.0
  • Band: CYHRA
  • Durata: 01:00:00
  • Disponibile dal: 15/11/2019
  • Etichetta: Nuclear Blast
  • Distributore: Warner Bros

Streaming:

Ora o mai più. Dopo il discreto ma tutto sommato innocuo “Letters To Myself”, tentativo per la verità non troppo riuscito di dimostrare agli (In) Friden di poter competere sullo stesso terreno di gioco, i Cyhra alzano ora la posta in gioco con “No Halos In Hell”, secondo lavoro stavolta uscito sotto Nuclear Blast. Rispetto al debutto, oltre all’etichetta, ci sono alcune sostanziali novità anche a livello di formazione: se l’uscita di scena di Peter Iwers non sorprende più di tanto, a tagliare ancora di più il cordone ombelicale con gli In Flames è l’ingresso in pianta stabile di Euge Valovirta (ex Shining) col ruolo di prima chitarra, relegando ad un ruolo più marginale un sempre meno presente (anche dal vivo, dove è al momento sostituito da Marcus Sunesson degli Engel) Jesper Strömblad. Sperando dietro questo progressivo allontanamento non ci siano i demoni del passato, ricordiamo per dovere di cronaca anche la presenza del talentuoso batterista Alex Landenburg (ex Rhapsody), a completare la line-up di un supergruppo sempre più improntato intorno alla figura del singer Jake E, come testimoniato dall’andamento pop-metal dell’opener nonché singolo di lancio “Out Of My Life”. La componente pop-e-basta prende il sopravvento nella semi-ballad “Battle From Within” e ancora più nella toccante “Lost In Time” (pezzo per piano e voce scritta a quattro mani con il tastierista Mark Mangold, già al lavoro con artisti del calibro di Cher e Michael Bolton), cui fanno da contraltare le ritmiche più serrate di “I Am The One” (il cui riffing iniziale lascia presagire però ben altro proseguo) o le atmosfere più danzerecce di “Dreams Gone Wrong”. Inquadrate le coordinate stilistiche dei nuovi Cyhra, come prevedibile il resto della tracklist (bonus track incluse) non regala grosse sorprese ma mette a referto una manciata di buone canzoni: dal techno-power di “Kings Tonight” al pregevole assolo di “I Had Your Back” passando per l’angolo della Jester-nostalgia (l’arpeggio iniziale di “Blood Brothers” ci riporta ad inizio anni ’90, così come il riff di apertura di “Hit Me” strizza l’occhio all’era di R2R), tutto fila via alla perfezione, con l’unico rammarico del poco spazio concesso a colui che resta uno dei padri fondatori del Gothenburg sound. Ecco, proprio questa è probabilmente la chiave di lettura di “No Halos In Hell”: chi è alla ricerca di un disco modern metal di classe (diciamo una versione più matura degli Amaranthe) avrà di chi divertirsi, mentre chi avesse nostalgia dei vecchi In Flames dovrà ancora una volta volgere lo sguardo altrove, sperando il progressivo allentamento di Mr. Stromblad non rappresenti il suo canto del cigno discografico.

TRACKLIST

  1. Out Of My Life
  2. No Halos In Hell
  3. Battle From Within
  4. I Am The One
  5. Bye Bye Forever
  6. Dreams Gone Wrong
  7. Lost In Time
  8. Kings Tonight
  9. I Had Your Back
  10. Blood Brothers
  11. Hit Me
  12. Man Of Eternal Rain
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.